Ceferin non le manda a dire: “Juve e Real come bambini”

Il presidente Uefa si scaglia ancora contro i club legati alla Superlega.

Il presidente della Uefa Aleksander Ceferin torna a tuonare sulla Superlega e su Juventus, Real Madrid e Barcellona, i club ancora legati al progetto. In un’intervista alla Rai, Ceferin ha commentato la sospensione del processo sanzionatorio: “Voglio soltanto dire che la giustizia a volte è lenta, ma arriva sempre.

Non sono entrato nello specifico delle competenze della nostra commissione disciplinare, ma ovviamente l’input è quello di risolvere la questione con i tribunali. Per come la vedo io, non è uno stop definitivo: prima chiariamo le faccende legali e poi andiamo avanti”.

“A volte ho la sensazione che questi tre club siano come bambini che saltano la scuola per un po’: non vengono invitati alle feste per un po’ e poi cercano di entrare con la polizia”.

Sull’Europeo che sta per cominciare: “Siamo felici, è un messaggio di speranza. E’ la luce in fondo al tunnel. Il calcio porta speranza alla gente e questo è importante per noi: non vediamo l’ora di cominciare ed è stato ovvio scegliere di partire a Roma”.

La formula del torneo itinerante non piace però a Ceferin: “Non sono favorevole a questa formula e non credo che la rifaremo presto”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

De Zerbi carica i suoi tre gioielli Azzurri

I più importanti giocatori in scadenza di contratto agli Europei 2021

Leggi anche
Contents.media