Lionel Messi è ufficialmente svincolato: dove andrà?

Il contratto di Messi con il Barcellona è ufficialmente scaduto. Dove andrà la pulga?

Ci sono giorni che si pensa non arriveranno mai, momenti ai quali non ci si sarebbe mai aspettato di assistere. Uno di questi, con ogni probabilità, è oggi, giovedì 1 luglio. A partire da questa data, infatti, Lionel Messi è effettivamente libero di lasciare il Barcellona.

Il suo ultimo contratto, in essere dal 2017, è scaduto alla mezzanotte di ieri, rendendo il sei volte pallone d’oro uno svincolato a tutti gli effetti. Lionel Messi ufficialmente svincolato: dove andrà?

Messi ufficialmente svincolato: dove andrà?

Il primo contratto con il club catalano, Messi lo firmò alla tenera età di tredici anni. In quell’occasione, in mancanza di un documento vero e proprio, funse da promessa un semplice tovagliolo di carta.

Su di esso, il piccolo astro nascente del calcio mondiale, legò il suo futuro a quello Barcellona con un’innocente firma.

Vent’anni dopo – una caterva di gol, assist, trofei individuali e di squadra alle spalle – le strade della pulga e del Barcellona rischiano di separarsi clamorosamente. Gli avvenimenti dell’estate del 2020 – quando Messi, in poche parole, si vide “costretto” contro la sua volontà a rimanere in quel di Barcellona – rappresentano infatti un ricordo indigesto.

In quell’occasione, il club catalano si avvalse di una clausola per trattenere il proprio campione; quest’anno, tuttavia, non gli resta che sperare: il contratto, infatti, è ufficialmente scaduto.

La trattativa

Ad ogni modo, i tifosi del club possono dormire sonni relativamente tranquilli. Sembra, infatti, che Messi abbia dato la propria priorità alla squadra della sua vita, quel Barcellona dal quale, in un modo o nell’altro, non si è mai separato. L’intenzione di fondo, infatti, è quella di rinnovare per altri due anni, per poi chiudere la carriera in Argentina o negli States. Ad oggi, tuttavia, l’accordo non è ancora stato raggiunto, ragion per cui è lecito aspettarsi di tutto. Quando ci sono in ballo certe cifre – e che cifre! – le trattative non sono mai semplici, come insegna il caso Donnarumma (poi conclusosi con la “fuga” del portiere in quel paradiso dorato che è Parigi).

Il presidente del club catalano Joan Laporta, tuttavia, lascia filtrare un certo ottimismo, nella convinzione che la pulga, infine, si deciderà a firmare. Tanto più che il Barcellona ha recentemente messo sotto contratto un carissimo amico di Leo: l’ex Manchester City, nonché suo compagno in Nazionale, Sergio Agüero. L’intenzione, sponda Barcellona, è quindi quella di fare tutto il possibile per non perdere il proprio campione.

Possibili scenari

La sensazione, dunque, è che il padre di Messi (che ne cura gli interessi in qualità di agente da tutta la vita) e il Barcellona giungeranno infine ad un accordo. Tuttavia, il calciomercato è pieno di sorprese, e più volte, nello spazio di poche ore, si è assistito ai dietrofront più impensabili. Pertanto, l’eventualità che Leo non rinnovi, seppur remota, c’è. Tuttavia, mentre pressoché ogni squadra sulla faccia della terra vorrebbe mettere sotto contratto Messi, quelle che hanno la effettiva disponibilità economica per farlo sono pochissime. Forse, soltanto due: il Paris Saint Germain ed il Manchester City del suo vecchio amico Pep Guardiola.

Come detto, però, sembra che alla fine la pulga firmerà il suo ultimo contratto con il Barcellona. Questa volta, magari, su un foglio di carta vero e proprio. I fazzoletti, nel caso, serviranno ad asciugare le lacrime di gioia di migliaia di fan.

Leggi anche: Mercato Juventus: Cristiano Ronaldo ha due opzioni

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mercato Milan: due nomi per il dopo Calhanoglu

Juventus, bilancio in rosso: previsto un aumento di capitale

Leggi anche
Contents.media