Italia e Argentina si sfideranno a Napoli per la Copa Maradona: l’approvazione della FIFA

Vincitrici dei rispettivi tornei continentali, Italia e Argentina si affronteranno nella Copa Diego Armando Maradona: la FIFA approva.

Diego Armando Maradona, fuoriclasse argentino che ha dato il meglio di sé in quel di Napoli, non si sarebbe mai dimenticato l’estate di questo 2021. Sfortunatamente, El Pibe de Oro è venuto a mancare nel novembre scorso, ragion per cui non ha potuto assistere alle rispettive vittorie di Argentina in Copa America e dell’Italia agli Europei di Calcio.

Dalla Uefa e dalla Conmebol, tuttavia, è partita l’idea di dedicare un’amichevole al Diez argentino. Ora che la FIFA ha accettato la proposta, il sogno è diventato realtà: Italia e Argentina si sfideranno nella Copa Maradona.

Italia e Argentina per la Copa Maradona

L’incontro coinvolgerà le Nazionali che hanno vinto i rispettivi tornei continentali, ovvero Italia ed Argentina. La partita, a causa delle agende fittissime delle due squadre, sarà una sola, e non verrà pertanto suddivisa in una andata e in un ritorno.

Lo stadio prescelto, come è ovvio che sia, il Diego Armando Maradona di Napoli. L’ex stadio San Paolo che in seguito alla scomparsa del Pibe de Oro è stato ribattezzato in suo onore.

L’iniziativa FIFA

La scelta di mettere di fronte le vincitrici dei rispettivi campionati continentali non è certamente nuova. In questo senso, la Copa Diego Armando Maradona prenderà il posto dell’ormai abolita Confederations Cup, il torneo che anticipava di un anno i Mondiali e nel quale si affrontavano i campioni uscenti di ogni continente, oltre a quelli del Mondo e alla squadra del paese ospitante.

La data ancora non è stata dichiarata, ciò che è certo, tuttavia, è che la partita andrà in scena tra il mese di dicembre e quello di gennaio. Una scelta obbligata, quest’ultima, visti anche i numerosissimi impegni delle due squadre nei prossimi mesi. L’Italia di Roberto Mancini, in particolare, disputerà da settembre a novembre la bellezza di 5 partite per le qualificazioni mondiali. Successivamente, in qualità di vincitrice dell’Europeo, parteciperà alla Nations League, competizione nella quale se la dovrà vedere con Spagna, Francia e Belgio. A pochi giorni di distanza dalla conclusione del suddetto torneo, quindi, Donnarumma e compagni dovranno pensare anche alla Copa Maradona. Soltanto un amichevole, certo, e ciononostante una partita dal sapore storico.

Sotto il segno di Diego

Diego Armando Maradona non è mai stato un giocatore normale. Del suo talento, più cristallino di un diamante, si è parlato in lungo e in largo, certo. Ed eppure, el Diez argentino è stato molto di più. Come spiegare altrimenti la passione, ai limiti della sfrenatezza, con la quale Diego affrontava ogni nuova giornata che la vita gli concedeva? E ancora, come comprendere, se non appellandosi alla sua natura così irriverente ed eppure sempre allegra e disponibile, l’amore che un’intera città – Napoli – ha sviluppato per lui nello spazio di così pochi anni?

Diego Armando Maradona non ha potuto celebrare le storiche vittorie delle sue due Nazionali preferite, l’Argentina dove e nato e con la quale si è laureato Campione del Mondo, e l’Italia che così tanto lo ha amato ed omaggiato. Ciononostante, tra il mese di dicembre e quello di gennaio, questi due paesi si mobiliteranno proprio per lui, affinché forse, dall’alto dei cieli, anche la mano de Dios possa alzarsi in un’esultanza sfrenata.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Napoli: Luciano Spalletti ha deciso chi portare in ritiro

Il biancoverde dona a Micah Downs

Leggi anche
Contents.media