Giappone rinuncia al Mondiale per club: il motivo

Arriva la rinuncia dei giapponesi alla disputa del Mondiale per club: la pandemia e le restrizioni spaventano, cercasi soluzioni.

Il Giappone ha rinunciato ufficialmente al prossimo mondiale per club. La manifestazione, che come ogni anno raccoglie il meglio del calcio, si sarebbe dovuta disputare come di consueto nel Paese nipponico il prossimo mese di dicembre, più precisamente nei giorni dal 9 al 19.

Adesso la FIFA si è immediatamente immersa nella ricerca di una soluzione alternativa che andrà trovata nel minor tempo possibile, visto che non manca poi così tanto tempo e i club che saranno impegnati nella competizione, come per esempio il Chelsea di Tuchel campione d’Europa in carica, attendono novità per l’organizzazione del periodo.

La decisione improvvisa è arrivata a causa delle restrizioni per il Covid, che in Giappone, così come verosimilmente in ogni parte del mondo, saranno prolungate al fine di sconfiggere definitivamente questo nemico che cambiato il modo di vivere del pianeta intero negli ultimi due anni.

Giappone rinuncia al Mondiale per club

Una volta appresa la notizia della rinuncia del Giappone al prossimo Mondiale per club è immediatamente partita la caccia alle ipotesi della FIFA per evitare di farsi trovare impreparati, nonostante la notizia sia stata certamente spiazzante.

La JFA si stava preparando per ospitare il torneo per la prima volta in cinque anni nel corso delle celebrazioni del centenario, ma il forte rischio di aumentare i contagi e la difficoltà nel realizzare un utile minimo a causa di un probabile limite agli spettatori ha influenzato la scelta.

Ora la palla è passata alla FIFA, pronta a trovare una nuova sede al torneo o nella peggiore delle ipotesi scegliere di cancellare l’evento che nelle ultime due stagioni ha avuto luogo in Qatar, terra che nell’autunno del 2022 ospiterà un altro Mondiale, quello delle Nazionali che si disputerà certamente. Non saranno giorni facili perché una mancata organizzazione sarebbe assolutamente dannosa per varie questioni, non è escluso dunque che qualche soluzione last minute possa sbucare all’ultimo istante.

Nuova formula per il Mondiale per club

Il mondiale per club in arrivo il prossimo dicembre sarà con tutta probabilità l’ultima edizione in cui si scontreranno le vincitrici dei vari continenti. La FIFA sta infatti pensando già da qualche anno di rimodellare la formula visto che nella maggior parte dei casi a trionfare è quasi sempre la squadra europea. Da qui l’idea di includere vari altri club, fino ad arrivare a 24 squadre. La decisione del Giappone di annullare la competizione è stata così giustificata dall’Equipe, che ha riportato le parole dell’agenzia di stampa giapponese Kyodo:

Sulla decisione ha influito il rischio di un aumento dei contagi da coronavirus e la difficoltà di realizzare un profitto a causa di una probabile limitazione del numero di spettatori

Resiste l’ipotesi posticipo

Un’altra delle soluzioni al vaglio della FIFA è quella di posticipare il mondiale per club, che dovrebbe disputarsi il prossimo dicembre stando alle date attuali. Appare verosimile l’ipotesi gennaio, adottata anche in passato. Quello che è certo è che i prossimo giorni saranno piuttosto caldi su questo fronte, acceso dalla rinuncia ufficiale del Giappone nelle ultime ore.

Scritto da Vincenzo Pennisi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Albon al posto di Russell: è ufficiale

Il Basket si schiera compatto contro il 35% della capienza

Leggi anche
Contents.media