Cristiano Ronaldo e la dieta imposta al Manchester United: la squadra si lamenta

Cristiano Ronaldo avrebbe imposto la propria dieta ai compagni del Manchester United: i cibi amati dal fuoriclasse non sarebbero però di loro gusto.

Cristiano Ronaldo avrebbe imposto ai giocatori del Manchester United la sua personale dieta. Questo è quanto riportato dal tabloid inglese Sun, secondo il quale il calciatore portoghese detterebbe agli chef della squadra i cibi da preparare anche a tutti i suoi compagni.

Cristiano Ronaldo e la dieta imposta ai compagni

Un sano e rigido regime alimantare è infatti sacro per Cristiano Ronaldo. Tra i suoi piatti preferiti si trovano il polpo e il bacalhau, un piatto tradizionale portoghese preparato con baccalà e uova.

L’ex attaccante della Juventus sceglie cibi naturali e biologici, come pesce, pollo, manzo, uova, avocado e riso nero, oltre a verdure, insalate e frutti di mare. Non possono mancare poi la proteine, che per la maggior parte provengono dal pesce, come ha raccontato il suo chef Giorgio Barone, e l’olio di cocco.

La dieta imposta a tutti dal fuoriclasse del Manchester United avrebbe però suscitato alcune lamentele tra i suoi compagni di squadra: no all’alcool e alle bibite gassate a tavola, sì all’avocado. Ma, soprattutto, sembra che Cristiano Ronaldo abbia una vera fissazione per la divisione tra proteine e carboidrati.

Secondo una fonte interna al Manchester United, gli chef pare che stiano cercando di adeguarsi alle richieste del portoghese

Cristiano è molto preso dalle sue proteine, cose come fette di prosciutto, uova e avocado. Ama il polpo, ma alla maggior parte dei compagni non piace. Questa dieta per lui funzionerà alla grande, ma agli altri non piace affatto

Anche l’amato bacalhau non pare incontrare il gusto degli altri calciatori. Per ora, la rinuncia più sofferta sembra invece essere quella del budino del venerdì. Cristiano Ronaldo avrebbe infatti chiesto ai red devils di rinunciare al dolce di fine settimana, una tentazione concessa ai giocatori anche per stemperare la tensione pre-partita.

Posso garantire che non c’è stato un solo giocatore che abbia toccato la torta di mele e nessuno, inoltre, si è alzato per prendere il brownie

Ha dichiarato la fonte interna alla squadra.

Leggi anche: Chi è Marcus Rashford, il red devil dal cuore d’oro

Scritto da Federica Palman
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Serie A, le dimensioni che un campo di calcio dovrebbe avere

Juventus- Chelsea: Tuchel annuncia cinque assenze

Leggi anche
Contents.media