Empoli in Youth League: perché i toscani partecipano alla competizione

Empoli Youth League: buona la prima per i toscani allenati da mister Buscè. Battuti gli sloveni del Domzale per 2-1, decisivi i gol di Ekong e Baldanzi

Lo scorso14 settembre ha preso il via l’edizione 2021-2022 della UEFA Youth League, la massima competizione europea riservati ai settori giovanili dei principali club d’Europa. Ai nastri di partenza della competizione ci saranno 64 squadre e in questa stagione, per la prima volta dalla creazione del torneo, ci sarà anche la formazione Primavera dell’Empoli.

La squadra toscana dunque avrà a disposizione la splendida vetrina europea per mettere in mostra i propri talenti, che anno dopo anno fanno sempre discutere ed emergono, cosa accaduta con grande continuità nelle ultime stagioni calcistiche e sono tanti i calciatori che vediamo nei grandi top club.

Abbiamo esempi rapidissimi, come Di Lorenzo e Zielinski al Napoli, oppure Paredes prima alla Roma e al Psg oppure Bennacer e Krunic al Milan.

I toscani, nel debutto, hanno battuto 2-1 gli sloveni del Domzale, con il match di ritorno che si disputerà ad Empoli fissato al prossimo 20 ottobre. Decisive le reti di Ekong e Baldanzi, che hanno reso inutile il momentaneo pareggio di Cerne.

Empoli Youth League: buona la prima per i toscani

L’Empoli, nella partita vinta contro il Domzale è passato in vantaggio all’8′ con Ekong, riuscito a battere il portiere avversario Stubljar.

Al 28′ il Domzale pareggia, con la rete Cerne che supera il portiere dell’Empoli Hvalic, 1-1, il punteggio con il quale le squadre sono andate a riposo. Nella ripresa, al 30′ è Baldanzi a firmare il secondo gol degli azzurri, con una conclusione dal limite dell’area di rigore. Nel finale, l’Empoli di Buscè è rimasto in 10 per la seconda ammonizione di Indragoli, che ha costretto i toscani ad un finale sofferto.

Perché i toscani partecipano alla competizione

La formazione Primavera dell’Empoli è riuscita a vincere il Campionato Primavera 1 nella stagione 2020-2021, guadagnandosi di diritto l’accesso alla importante e prestigiosa rassegna continentale. La formazione allenata da mister Antonio Buscé, ex centrocampista proprio della squadra toscana, ha fatto il suo esordio proprio mercoledì 29 settembre nel primo turno di qualificazione riservato ai vari Campioni nazionali.

Com’è strutturato il torneo

La struttura della Youth League si diversifica sotto alcuni aspetti dagli altri vari tornei europei. Il format è il seguente: a partecipare sono 64 squadre che vengono suddivise in due percorsi diversificati. Esiste quello della Champions League e quello dei Campioni nazionali. I due cammini viaggiano su rette parallele fino ad arrivare al mese di febbraio prima di incrociare le proprie strade nella fase ad eliminazione diretta, ovvero dagli spareggi dell’8 e 9 febbraio sino ad arrivare alla Final Four in programma a Nyon dal 22 al 25 aprile 2022.

Le 32 squadre che invece affrontano il percorso Champions sono le solite che disputano la Coppa dei Campioni delle prime squadre, andando a replicare anche la solita composizione dei gironi. Le vincitrici di ogni girone si qualificano direttamente agli ottavi di finale, mentre le seconde qualificate saranno attese dagli spareggi. Sicuramente parliamo di un percorso tosto, ma allo stesso tempo avvolgente e molto formativo per i tanti giovani calciatori che partecipano e riescono a mettere nelle proprie gambe minuti molto importanti ed esperienza, visto che sfidare dei giocatori di livello europeo non è cosa che accade proprio tutti i giorni.

Scritto da Vincenzo Pennisi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Alla Scoperta dello Sheriff Tiraspol: la squadra senza stato che incanta in Europa

Sampdoria-Udinese: dove vederla in tv e le probabili formazioni

Leggi anche
Contents.media