Psg, Mbappè vuota il sacco sulla sua cessione

"Ho chiesto di poter partire perché non avevo intenzione di prolungare il mio contratto in quel momento".

In estate Kylian Mbappè è stato vicinissimo al trasferimento al Real Madrid. L’affare non si è poi concretizzato, ma a RMC Sport il giocatore ha vuotato il sacco: “Ho chiesto di poter partire, perché non avevo intenzione di prolungare il mio contratto in quel momento.

Allo stesso tempo desideravo che il club, che mi ha dato un grandissimo supporto e nel quale ho trascorso 4 anni molto felici e dove sono tuttora molto contento, ricevesse un adeguato indennizzo economico da reinvestire per un sostituto di qualità. Ho comunicato le mie intenzioni piuttosto presto in modo che il Psg potesse organizzarsi, volevo che ne uscissimo tutti quanti nella maniera migliore, mostrando rispetto”.

“Ho anche fatto sapere alla società che, se non avesse voluto mettermi sul mercato, sarei rimasto senza problemi.

La gente dice che ho rifiutato 6-7 proposte di rinnovo e che non volevo più parlare con Leonardo, ma non è assolutamente vero. La mia posizione è sempre stata chiara, ho detto che volevo andarmene e l’ho fatto coi tempi giusti. Personalmente non mi è piaciuto che il PSG abbia detto che ho chiesto la cessione a fine agosto, facendomi passare per un ladro. Io avevo comunicato alla fine di luglio al club che volevo andarmene”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Thiago Motta rischia. Lo Spezia valuta un cambio in panchina

Quando il calcio incontra il razzismo: il caso Koulibaly

Leggi anche
Contents.media