Mondiali 2022: quali sono le Nazionali già qualificate?

Dal Qatar, qualificato in quanto Paese ospitante la competizione, all'Argentina, qualificatasi nella notte grazie al pareggio contro il Brasile.

Il tabellone delle squadre che parteciperanno alla prossima edizione dei Campionati Mondiali di Calcio, che si disputeranno in Qatar tra il 22 novembre e il 18 dicembre del 2022, sta pian piano prendendo forma. Già sicure di dover fare le valige per Doha, già tredici Nazionali, tra le quali, come ben sappiamo, non figura purtroppo l’Italia di Roberto Mancini.

Dal Qatar all’Argentina: ecco i Paesi che hanno già strappato un tagliando per i Mondiali 2022.

Mondiali 2022: quali sono le Nazionali già qualificate?

L’ultima in ordine di tempo è stata l’Argentina di Scaloni, che grazie al pareggio a reti bianche contro il Brasile (a sua volta già qualificato) ha ottenuto la certezza aritmetica di aver superato il girone sudamericano di qualificazione ai prossimi Mondiali.

Per quanto riguarda il continente Americano, Brasile e Argentina sono pertanto le uniche due già certe di recarsi a Doha il prossimo novembre, mese inaugurale della 22esima edizione del Campionato Mondiale di Calcio.

A queste, si aggiunge la squadra del Paese ospitante, nientemeno che il Qatar, alla sua prima, storica partecipazione alla competizione più importante di tutte.

Le qualificate europee

Sono invece ben 10 le squadre europee già certe di prendere parte ai prossimi Campionati Mondiali di Calcio che si terranno in Qatar nei mesi invernali del 2022. Si tratta, nella fattispecie, delle vincitrici degli altrettanti gironi di qualificazioni europei previsti dalla FIFA.

Tra le grandi, saltano subito all’occhio la Germania di Sané e Müller, il Belgio di Hazard e Lukaku, la Francia di Griezmann e Mbappé, l’Inghilterra di Kane e Sancho e la Spagna di Morata e Pedri. Subito dietro, almeno stando agli attuali rapporti di forza vigenti tra le Nazionali europee, l’Olanda di Frank de Boer e Depay e la Croazia di Modric e Perisic.

A queste, tuttavia, si aggiungono una serie di outsiders che si sono meritatamente conquistate l’accesso ai prossimi Mondiali di Calcio riuscendo ad avere la meglio, in alcuni casi contro ogni pronostico, nei rispettivi raggruppamenti. Mi riferisco, per esempio, alla Svizzera di Murat Yakin, Nazionale che ha condannato l’Italia di Roberto Mancini a passare per i playoff se vorrà andare in Qatar. Gli elvetici, tuttavia, non saranno certamente l’unica sorpresa dei prossimi Mondiali di Calcio. Un’altra squadra degna di attenzione, da questo punto di vista, è la Serbia, cui si aggiunge la stoica Danimarca ormai orfana da tempo del talento dell’Inter Eriksen.

Le squadre ai playoff

Per tredici squadre già sicure di andare in Qatar, ce ne sono già altre dodici che hanno invece maturato la certezza di dover affrontare i playoff Mondiali qualora vogliano strappare un pass per Doha. Tra queste, figurano squadre di un certo livello, come per esempio l’Italia campione d’Europa e il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Nel complesso, le 12 Nazionali europee che andranno agli spareggi sono state selezionate in questo modo: le dieci seconde di ogni girone più le migliori due squadre dell’ultima fase a gironi di UEFA Nations League.

  • Portogallo (secondo nel gruppo A vinto dalla Serbia)
  • Svezia (seconda nel gruppo B vinto dalla Spagna)
  • Italia (seconda nel gruppo C vinto dalla Svizzera)
  • Ucraina (seconda nel gruppo D vinto dalla Francia)
  • Galles (secondo nel Gruppo E vinto dal Belgio)
  • Scozia (seconda nel gruppo F vinto dalla Danimarca)
  • Turchia (seconda nel gruppo G vinto dall’Olanda)
  • Russia (seconda nel gruppo H vinto dalla Croazia)
  • Polonia (seconda nel gruppo I vinto dall’Inghilterra)
  • Macedonia (seconda nel gruppo J vinto dalla Germania)
  • Austria (qualificata dalla Nations League)
  • Repubblica Ceca (qualificata dalla Nations League)

Leggi anche: Playoff Mondiali 2022: come funziona e le date dei sorteggi

Scritto da Andrea Crenna
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vidal espulso contro l’Ecuador: ora per il Cile sono guai

Dani Alves torna al Barcellona: la presentazione a piedi nudi

Leggi anche
Contents.media