Chi è Eric Bailly: tutto sul difensore ivoriano

Piace al Milan il difensore dello United e della nazionale ivoriana Eric Bailly: ecco chi è il difensore voluto da Pioli.

Ventisettene della Costa d’Avorio, titolarissimo in nazionale e pedina importante per la difesa del Manchester: Eric Bailly è l’idea del Milan per rinforzare il reparto difensivo a gennaio, in vista di un girone di ritorno che promette spettacolo e che potrebbe riservare piacevoli sorprese in casa rossonera.

Chi è Eric Bailly

Le prime tracce di Eric Bailly, nato in Costa d’Avorio nel 1994, arrivano dal campionato spagnolo, dove a vent’anni, nel 2014, il giovane ivoriano comincia a giocare tra i professionisti dopo aver militato nelle giovanili dell’Espanyol, esordendo nella Liga spagnola proprio col club di Barcellona. L’avventura con i Periquitos dura meno di una stagione: a gennaio del 2015 passa al Villareal per cinque milioni di euro, collezionando 47 presenze e un goal con lo Yellow submarine spagnolo.

Il vero grande salto per Eric arriva nel 2016: il suo trasferimento al Manchester United è di quelli che fanno rumore. 40 milioni per il cartellino del ragazzo, che si ritrova tra i top player della Premier dopo sole tre stagioni dall’esordio nel calcio che conta. Con settanta prersenze in quattro stagioni, Eric Bailly è uno dei presidi difensivi dei Red Devils. Combattente, dotato di nuova tecnica e di una ottima visione di gioco, il giovane ivoriano si è fatto amare dalla tifoseria del Manchester grazie a prestazioni maiuscole e ad una grande generosità in campo.

L’aneddoto raccontato da Paul Hirst, giornalista del Times Sport che si occupa delle due squadre di Manchester, spiega bene il temperamento di Eric, fortemente voluto da Mourinho quando era a capo dei diavoli rossi inglesi:

“Era solo un’amichevole, eppure si è lanciato su un tiro di Son per evitare che entrasse in porta, anche se il guardalinee aveva già alzato la bandierina per segnalare il fuorigioco. Ha bloccato il tiro, ma ha rimediato una distorsione alla gamba ed è stato portato via in barella: ha avuto bisogno di un intervento chirurgico al ginocchio ed è rimasto fuori per sei mesi”.

Fin troppo generoso e considerato ancora troppo grezzo per la Premier, il ragazzo potrebbe arrivare anche a titolo definitivo per una cifra di poco inferiore ai venti milioni, secondo i rumors della stampa inglese.

Da Diavolo a Diavolo

Il passaggio dai Red Devils al Diavolo rossonero potrebbe essere imminente: l’ivoriano sarebbe il rinforzo ideale per la difesa di Pioli, priva dell’infortunato Simon Kjær, vero pilastro della retroguardia milanista e alle prese con un girone di ritorno che non permette distrazioni né ulteriori defezioni difensive. Una ciliegina graditissima al tecnico emiliano e ai tifosi del Milan, che al momento sta tenendo il passo della schiacciasassi Inter. Anche se il difensore non ha convinto del tutto durante la sua esperienza inglese, la speranza a Milanello è quella di trovare un calciatore più maturo, che potrebbe ben figurare in Serie A.

Filtra ottimismo tra le fila rossonere per il buon esito della trattativa. Il Milan ha fretta di concludere per concentrarsi sul Campionato e non perdere il trend.

Scritto da Giuseppe Di Palma
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

L’ impatto del Covid sul calcio in Serie A e in Europa

Dries Mertens andrà al Toronto? La grande tentazione per l’attaccante belga

Leggi anche
Contents.media