Immobile e Vlahovic si sfidano per il trono del goal

La sfida per essere il principale goleador della attuale stagione di Serie A sembra essersi ridotta a Ciro Immobile e Dusan Vlahovic.

Sebbene negli ultimi anni il livello medio della Serie A abbia vissuto un calo notevole, un calo che si riflette soprattutto in campo europeo, il torneo tricolore vede al suo interno una serie di battaglie divertenti e di alto livello. E non solo per quanto riguarda le squadre che vanno alla caccia del titolo nazionale o della qualificazione alla Champions League, ma anche per quanto riguarda lo scettro che si assegna al principale goleador del campionato. Nella stagione attuale la sfida sembra essersi ormai ridotta a due soli calciatori, Ciro Immobile e Dusan Vlahovic.

Immobile, una sentenza negli ultimi 16 metri

Trono goal: Immobile e Vlahovic

Già capocannoniere della Serie A in tre precedenti edizioni, l’ultima della quale nella stagione 2019-20, Ciro Immobile si è senza dubbio imposto come l’ariete più in forma d’Italia negli ultimi anni. Vincitore con merito della Scarpa d’oro due anni fa, l’attaccante della Lazio sta vivendo anche quest’anno una stagione importante dal punto di vista realizzativo, e le sue abilità da goleador stanno trascinando la squadra biancoceleste verso l’obiettivo di una qualificazione alla prossima Europa League. Non sorprende, dunque, che Immobile sia il chiaro favorito a imporsi in questa corsa a due secondo le più aggiornate quote relative alle scommesse online relative al campionato italiano. Terminale offensivo esperto e aiutato da una serie di compagni di squadra dalla grande tecnica come Felipe Anderson, Sergej Milikovic Savic e Luis Alberto, il bomber nato nel 1990 e cresciuto nella Juventus è l’arma più affilata di una Lazio che, con Maurizio Sarri in panchina, sta cercando di proporre gioco e spettacolo. Centravanti della nazionale italiana e campione d’Europa in carica, Immobile è uno dei giocatori più importanti del club romano, che ha in lui la figura mista di capitano e bomber, un valore aggiunto che nessuno può vantare in Serie A.

La perseveranza, l’arma di un Vlahovic lanciato

Classe 2000, quindi dieci anni più giovane del suo rivale, Dusan Vlahovic è senza dubbio la grande conferma della stagione attuale del campionato italiano. Dopo aver rotto la barriera dei venti goal nel 2021 con la Fiorentina, quest’anno sta superando le aspettative. Passato alla Juventus nello scorso gennaio nell’ambito di un’operazione che si aggira intorno ai 70 milioni, il centravanti serbo si sta facendo subito notare anche in bianconero per la facilità nell’andare in goal in ogni momento e, grazie a lui, la squadra bianconera ha fatto un salto di qualità, rimontando inoltre in una classifica che a livello matematico la vede ancora tra le candidate a vincere il campionato. Mancino naturale, Vlahovic è sia un terminale offensivo d’area di rigore sia un attaccante abile a legare la squadra e a permetterle di salire in maniera compatta, rendendo così più fluida la manovra. Molto fisico, ma dotato anche di una buona tecnica di base, lo slavo sembra essere il centravanti del futuro, ma il suo impatto nella Juve di oggi lo rende essenziale già nel presente.

Tra Immobile e Vlahovic ne spunterà solo uno. E, probabilmente, bisognerà aspettare la fine del campionato per sapere chi sarà il re del goal in Italia.

Scritto da Alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Juventus, addio Dybala: chi sarà il suo sostituto?

Italia-Macedonia, dove vederla in tv e le probabili formazioni

Leggi anche
Contents.media