Walter Mazzarri: chi è e carriera

Tutto quello che bisogna sapere su Walter Mazzarri: chi è e carriera dell'allenatore ed ex calciatore toscano

Walter Mazzarri è un allenatore di calcio con un passato anche da giocatore. Di recente il suo nome è passato alla cronaca sportiva per la separazione dal Cagliari dopo un’annata difficile. Nella carriera del mister, però, tante altre esperienze. Andiamo a scoprire chi è e quali tappe ha vissuto da calciatore e da tecnico.

Walter Mazzarri: inizi nel calcio

Walter Mazzarri è nato in Toscana, precisamente a San Vincenzo in provincia di Livorno, nel 1961. Noto allo sport per essere stato prima calciatore e poi allenatore, l’uomo vanta una grande lunga carriera con diversi successi.

Come detto, Mazzarri inizia la sua avventura nel mondo del calcio come giocatore. Prima nelle giovanili del Follonica e della Fiorentina, poi lo step successivo al Pescare e infine il calcio “dei grandi” con l’esordio in Serie A col Cagliari nel settembre del 1982.

Nell’esperienza da giocatore, veste tante altre maglie come quella della Reggiana, del Modena, con cui vince un campionato di C1 e diverse altre. Chiuderà con la Torres la carriera da atleta.

Da allenatore

Il meglio di Walter Mazzarri, però, arriva come allenatore.

Inizia come vice a Bologna e Napoli, poi diventa allenatore del Bologna Primavera e infine, finalmente, dà una scossa alla sua carriera arrivando ad allenare Livorno, con cui ottiene la promozione in Serie A nel 2003-04, Reggina, con cui compie una salvezza in A miracolosa nonostante i tanti punti penalizzazione, poi Sampdoria, Napoli, Inter, Watford, Torino e infine Cagliari.

I maggiori risultati arrivano da allenatore di Sampdoria e Napoli. Nel 2007-08, alla guida dei blucerchiati, ottiene sesto posto in campionato e qualificazione in Coppa UEFA. L’anno seguente porta la squadra sino al terzo turno della competizione e approdano alla finale di Coppa Italia, poi persa ai rigori contro la Lazio.

Dall’ottobre 2009 siede sulla panchina del Napoli con cui centra alla prima stagione la qualificazione in Europa League. L’anno seguente arriva terzo in campionato e centra dunque la qualificazione in Champions League che ai partenopei mancava da oltre venti anni. Con il Napoli vince, l’anno dopo, la Coppa Italia nella finale contro la Juventus. L’anno successivo il tecnico toscano guida il gruppo al secondo posto in Serie A con 78 punti: nuova qualificazione diretta ai gironi di Champions.

Nel 2013-14 diventa allenatore dell’Inter per una stagione e porta la squadra quinta e in Europa League.

Nel 2016 l’approdo al Watford in Premier League con cui si salva.

Nel 2018 torna in Italia col Torino e ottiene il nono posto. Il seguente anno arriva il settimo posto e i preliminari di Europa League, dopo essere stati addirittura in lizza sino alle battute finali del campionato per un posto in Champions.

Nel settembre 2021 diventa allenatore del Cagliari entrando a campionato in corso al posto di Semplici. Dopo un girone d’andata negativo, le cose sembrano andare meglio ma viene esonerato dopo un filotto di 7 sconfitte in 8 gare a tre giornate dal termine.

Attualità

Proprio l’esperienza al Cagliari è l’ultima, fino ad ora, della carriera di Walter Mazzarri. Il tecnico toscano è stato sollevato dall’incarico dopo sette sconfitte in otto partite, con la società sarda in piena lotta per non retrocedere. Problemi con la squadra e con il presidente Giulini avrebbero portato a questo finale inatteso.

Staremo a vedere come andrà a finire.

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

FIFA+: cosa è e come funziona

Come si fanno i pronostici sulle partite di tennis?

Leggi anche
Contentsads.com