Cosa vince l’Italia se vince la Nations League

Cosa vince l'Italia nel caso di vittoria della Nations League? In palio una coppa e non solo...

L’Italia di Roberto Mancini ha iniziato ufficialmente un percorso di rinascita dopo il flop della mancata qualificazione al Mondiale in Qatar 2022. La formazione Azzurra dopo un buon girone ha sbagliato le ultime gare e si è trovata a giocarsi l’accesso alla rassegna iridata attraverso il playoff.

Fatale, poi, come noto, il k.o. inatteso contro la Macedonia del Nord che ha sancito il fallimento della spedizione italiana.

Da quel momento si è deciso di provare a ricostruire le basi del gruppo ad iniziare dai giovani che hanno subito avuto modo, e ancora oggi lo avranno, di mettersi in luce nella Nations League. La competizione voluta dalla Uefa, infatti, risulta essere il modo migliore per riprendere il corso speciale che aveva portato l’Italia sul tetto d’Europa con Euro 2020.

Vincere questo torneo potrebbe rendere meno amaro il momento difficile del calcio italiano. Ma che vantaggi porta trionfare in Nations League? Andiamolo a scoprire…

Italia, il girone di Nations League

Prima di tutto occorre fare chiarezza sulla Nations League e sulle squadre Nazionali che vi partecipano.

Le formazioni sono state divise in Lega A, B, C e D a seconda del blasone e, ovviamente, del Ranking FIFA.

L’Italia appartiene alla Lega A e sta giocando il girone 3 insieme a Ungheria, Inghilterra e Germania. Dopo tre sfide, gli Azzurri hanno ottenuto il primato del raggruppamento anche se ovviamente ancora tutto è in gioco con le prossime partite.

Ad ogni modo la formazione guidata dal commissario tecnico Roberto Mancini pare essere partita con l’entusiasmo mostrato prima del trionfo ad Euro 2020. Una premessa molto buona per l’intero cammino in Nations League. Nelle prime tre partite, per gli Azzurri 5 punti, frutto di una vittoria – contro l’Ungheria – e di due pareggi.

Cosa vince l’Italia se vince la Nations League

Ma quindi cosa succede se l’Italia vince la Nations League? Prima di tutto occorre vincere il proprio girone, poi si può pensare al trionfo della competizione.

In palio, nel caso in cui la formazione che ha vinto la Nations League non si fosse qualificata per l’Europeo del 2024, c’è un posto per i playoff di qualificazione. Un grande vantaggio di cui, nel caso, l’Italia si spera non debba usufruire ottenendo quindi il pass diretto senza altre vie.

Esiste però un altro beneficio derivante dal successo in Nations League e si tratta di questioni di Ranking. Ovviamente sfidando Nazionali blasonate, esiste la possibilità di migliorare il proprio punteggio e dunque esiste l’opportunità di essere testa di serie nei sorteggi delle qualificazioni ai futuri Mondiali (2026) ed Europei.

La coppa

Non meno importante, per chi vince la Nations League 2022-23 avrà diritto ad un trofeo. Una conseguenza logica del trionfo. In questo caso, la squadra che vincerà andrà a scrivere il proprio nome all’albo e succederà alla Francia, ultima vincitrice.

Come sarà la coppa della Nations League? Argentata, alta 71 centimetri e dal peso di 7.5 kg. Un bel trofeo da conservare magari nel Museo di Coverciano.

Oltre al premio della coppa, in palio ci sono anche premi in denaro riservati alle Nazionali che hanno preso parte alla Final Four del torneo. In questo caso, dalle informazioni in nostro possesso, parliamo di 10,5 milioni di euro destinati a chi vince, 9 milioni per il secondo posto e, a scalare, 8 alla terza classifica e 7 alla quarta.

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dybala all’Inter, affare in dirittura: ecco quanto guadagnerà l’argentino

Allenatori Serie A, conferme e addii: cosa c’è da sapere

Leggi anche
Contents.media