La storia della Fiorentina: da gli scudetti vinti alle retrocessioni passando per le imprese internazionali

Quello che c'è da sapere sulla storia Viola, dal marchese di Varrazzano a Rocco Commisso

L’ACF Fiorentina è la squadra di calcio della città di Firenze, nonché una delle squadre con la storia più importante d’Italia. La Viola è stata tra le altre cose, la prima italiana a vincere una competizione UEFA: la Coppa delle Coppe nel 1960-61.

Il colore sociale della squadra è il Viola, mentre il suo simbolo è il giglio rosso su sfondo bianco, come lo stemma della città.

La storia della Fiorentina: come è nata la società viola

La Fiorentina venne fondata il 29 agosto 1926 su iniziativa del marchese Luigi Ridolfi Vay da Verrazzano: fondendo la Palestra Ginnastica Fiorentina Libertas e il Club Sportivo Firenze nacque l’Associazione Calcio Firenze, che l’anno dopo venne chiamata Associazione Calcio Fiorentina.

Dopo una stagione nella massima serie nel 1927-28, la Fiorentina venne retrocessa, tornando in Serie A nel 1930-31, anno in cui per la prima volta venne indossata la maglia dal caratteristico colore viola. Nel 1940 la Fiorentina riuscì anche a vincere il suo primo trofeo: la Coppa Italia, e poi quindici anni dopo, nell’annata 1955-1956 a vincere il primo scudetto. La Fiorentina è anche l’unica squadra italiana ad aver vinto la Coppa Grasshoppers, tenutasi dal 1952 al 11957. I successi in campo nazionale vennero solo sfiorati successivamente: quattro secondi posti di fila, ma in quello internazionale la Viola si tolse delle soddisfazioni non da poco: Coppa Nazionale, Coppa delle Alpi 1961, Coppa delle Coppe.

Il decennio d’oro della storia viola però sono gli anni ’60, anni in cui vinse: la Coppa Mitropa e la Coppa Italia nel ’66, e lo scudetto della stagione 1968-69. Tra alti e bassi, la Fiorentina rimase competitiva, nel 1990 diede vita insieme alla Juventus alla prima finale di un torneo internazionale con due squadre italiane. Quello stesso anno però la famiglia Pontello cedette la società a Mario Cecchi Gori, e dopo appena due anni, dopo 54 anni consecutivi in Serie A, la Fiorentina retrocedette in B. Con la presidenza poi di Vittorio Cecchi Gori la Fiorentina tornò in auge vincendo altri trofei e tornando in Champions League sotto la guida del giovane tecnico Roberto Mancini, ma il passo fu più lungo della gamba e nel 2001 la società fallì.

Il 1° di agosto 2002, venne fondata la Fiorentina 1926 Florentia dal sindaco di Firenze Domenici, che la iscrisse in Serie C2 una volta che venne acquistata da Diego Della Valle. L’immediata vittoria del campionato e altre situazioni riportarono dopo solo un anno la Fiorentina in Serie B, e l’anno successivo in Serie A, ma dopo una salvezza al cardiopalma la squadra venne coinvolta nello scandalo di Calciopoli, ma nonostante la penalizzazione i gigliati riuscirono ad arrivare a qualificarsi per la Coppa Uefa 2007-2008.

Nell’ultimo decennio la squadra è sempre rimasta su buoni livelli, e dopo l’acquisto dell’imprenditore Rocco Commisso, che ha costruito anche un nuovo stadio, pare potrebbe tornare un altro grande periodo per la Viola, che nella scorsa stagione ha raggiunto le finali di Europa Conference League e di Coppa Italia.

Il palmarès della Fiorentina

Competizioni nazionali

  • Campionato italiano: 2

1955-1956; 1968-1969

  • Coppa Italia: 6

1939-1940; 1960-1961; 1965-1966; 1974-1975; 1995-1996; 2000-2001

  • Supercoppa italiana: 1

1996

Competizioni internazionali

  • Coppa delle Coppe: 1

1960-1961

Altre competizioni

  • Serie B: 3

1930-1931; 1938-1939; 1993-1994

  • Coppa Grasshoppers: 1

1957

  • Coppa Mitropa: 1

1966

  • Coppa di Lega Italo-Inglese: 1

1975

  • Serie C2: 1

2002-2003 (Girone B)

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Juventus: la storia dietro al nome e i trofei vinti dai bianconeri

Chi è Gabri Vega, ruolo e caratteristiche del nuovo acquisto del Napoli

Contentsads.com