Lautaro e Thuram, la coppia devastante dell’Inter

Lautaro e Thuram, un'analisi della coppia d'attacco dell'Inter allenata da Simone Inzaghi.

Lautaro Martinez e Marcus Thuram i due attaccanti titolari dell’Inter che da quando è iniziata la stagione stanno mostrando ogni fine settimana il proprio valore in campionato ed anche nelle sfide europee che l’Inter disputa durante la settimana, in questo articolo l’analisi del rendimento dei due centroavanti manifesto del rendimento nerazzurro.

LEGGI ANCHE: Milan, il ritorno di Ibrahimovic e i dettagli sul suo nuovo ruolo

Lautaro e Thuram, l’intesa vincente della coppia dell’Inter

Appena Thuram è arrivato all’Inter sono iniziati a prevalere i dubbi legati al rendimento che avrebbe potuto avere, considerando soprattutto il suo comportamento con il Borussia M’Gladbach dove veniva schierato da esterno e solo nell’ultima annata ha trovato spazio come punta.

Dubbi spazzati via come foglie dal vento sin dal suo debutto in Serie A, dove ha dimostrato un affiatamento con il compagno di reparto Lautaro Martinez davvero unico.

Il goal nel derby contro il Milan lo ha subito reso un idolo per il tifo nerazzurro impiegando davvero poche settimane per far dimenticare Lukaku ed il suo comportamento con la società e la tifoseria.

Lautaro, il suo “partner in crime” che sta avendo la sua miglior stagione in nerazzurro, già 14 goal segnati in Serie A, unico calciatore al momento della stesura dell’articolo, a raggiungere la doppia cifra in termini realizzativi.

Tornando a parlare di Thuram, che si trova al momento primo ex-equo con Dybala per gli assist in campionato, con 6 passaggi vincenti per i propri compagni ed anche 6 goal segnati a dimostrazione che è in grado di vedere la porta pur prediligendo un ruolo di servizio per la squadra.

LEGGI ANCHE: Scarpa d’Oro 2023/24: la classifica aggiornata

TuLa, la vera arma in più per Inzaghi

L’amalgama, l’alchimia che i due hanno può essere davvero un boost per la squadra allenata da Simone Inzaghi dato che l’Inter è al momento la squadra che riesce a segnare il maggior numero di reti in campionato, ben 37 ma è anche capace di costruire numerosi passaggi.

Naturalmente il loro impiego come principali terminali offensivi potrebbe portare entrambi ad accusare le fatiche durante il corso della stagione, ma al momento il loro utilizzo è sembrato oculato e ben pianificato sulla base degli impegni dell’Inter.

Cresce la curiosità per vedere come si svilupperà questa bella intesa che è sembrata sin da subito molto piacevole per entrambi i giocatori che si rispettano e sono in grado di comprendere gli altrui punti di forza.

La naturalezza con cui entrano in campo e giocano la palla potrebbe davvero essere l’ingrediente segreto che potrà far andare lontano questa Inter sia in campionato che nelle coppe.

I due non prendono in malo modo la partenza dalla panchina quando il tecnico lo ritiene necessario ed anzi sono in grado di farsi trovare sempre pronti quando il mister li chiama ad entrare in campo, si tratta pur di una situazione accaduta poche volte in stagione, ma il comportamento di entrambi è stato serio e professionale.

Non resta che osservare il prosieguo del campionato dell’Inter e continuare, questo lo sperano soprattutto i tifosi nerazzurri, a vederli sfornare prestazioni eccellenti contornate da goal ed assist.

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Scarpa d’Oro 2023/24: la classifica aggiornata

Empoli e Lecce si dividono la posta in palio: termina 1-1 al Carlo Castellani

Leggi anche
Contentsads.com