Quanto guadagna Francesco Calzona al Napoli? Lo stipendio

Francesco Calzona è il nuovo tecnico del Napoli. Le cifre del suo stipendio e la durata del contratto.

Francesco Calzona è diventato il nuovo allenatore del Napoli dopo l’esonero di Mazzarri a causa dei brutti risultati che ha maturato da quando ha sostituito Garcia. In questo articolo scopriamo a quanto ammonta lo stipendio del nuovo tecnico che conosce già l’ambiente dato che è stato il vice di Sarri e collaboratore tecnico di Spalletti.

LEGGI ANCHE: Quanto guadagnerà Mbappè al Real Madrid? Lo stipendio

Quanto guadagna Francesco Calzona al Napoli? Lo stipendio

Calzona è arrivato a Napoli stamattina ed ha in programma oggi il primo allenamento in vista del match contro il Barcellona così da conoscere gli uomini che dovrà allenare da qui ai prossimi mesi.

Lo stipendio di Calzona non è stato ufficializzato ma dovrebbe essere vicino ai 400 mila euro. Una cifra inferiore rispetto al contratto di Sarri ma che rappresenta l’ideale per quello che può essere considerato un traghettatore.

Infatti il contratto ha come data di scadenza giugno 2024 ovvero al termine della stagione. L’ex allenatore della nazionale slovacca però ha dei bonus legati al raggiungimento di determinati obiettivi stagionali come il passaggio ai quarti della competizione europea e la qualificazione per la prossima edizione della Champions.

Di sicuro questa esperienza non l’ha intrapresa per il ricavato economico che trarrà ma perché si tratta della prima grande opportunità di allenare una grande squadra. La sua esperienza nel ruolo di sicuro aiuterà anche se non ha un grande palmares.

Non resta che vedere cosa farà con la squadra e se riuscirà a portare vittorie importanti per il club campano che in questo ultimo periodo è in difficoltà.

LEGGI ANCHE: Il Parma trionfa contro il Pisa

Barcellona, un grande debutto

Di sicuro Calzona non si augurava debutto migliore sulla panchina del Napoli del big match che sarà in programma nella serata di domani. Riprende la Champions ed al Maradona il Napoli ospita il Barcellona per l’andata degli ottavi di finale.

Una gara importante per il cammino europeo della squadra che ha bisogno di una vittoria di rilievo per spazzare via i dubbi arrivati con la gestione Mazzarri che in fin dei conti ha svolto un lavoro peggiore, in termini di punti, rispetto a Garcia.

Gli undici che Calzona schiererà dovrebbero rappresentare la formazione titolare che si è già vista in diverse partite. Il ritorno di Osimhen dovrebbe rappresentare molto dato che il potenziale offensivo salirà rispetto alle ultime gare dove la sua mancanza si è fatta sentire.

Ma contro il Barcellona non basterà solo l’attacco quanto più una riorganizzazione difensiva. Se applicherà la difesa a quattro, andando in controtendenza rispetto alle formazioni schierate dai due tecnici precedenti, ci potrà essere più stabilità nell’organizzazione della manovra.

Infatti con i quattro elementi dietro vi è copertura ma anche modo di ripartire puntando alla creazione di trame offensive. Calzona è famoso per essere un allenatore che predilige andare all’attacco. Sarà curioso vedere se giocherà aggressivo contro una squadra come il Barcellona.

Di sicuro dovrà schierare un modulo in grado di limitare il tiki-taka del club spagnolo che dominerà il possesso palla per tutta la gara.

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Addio a Andy Brehme, chi era l’ex campione dell’Inter: malattia, età, moglie e carriera

Quanto guadagna André-Pierre Gignac? Lo stipendio

Contentsads.com