Chi è il presidente della Juve Stabia: tutto su Andrea Langella

Andrea Langella, chi è il Presidente della Juve Stabia: il percorso e il legame profondo col club

La Juve Stabia, dopo quattro anni, torna in Serie B grazie alla vittoria aritmetica del girone C di Lega Pro con tre giornate d’anticipo. Decisivo il pareggio contro il Benevento, una delle pretendenti al titolo insieme all’Avellino, posizionate rispettivamente al secondo e al terzo posto.

Dietro questo grande traguardo c’è un grande artefice: Andrea Langella. Il presidente gialloblù ha sempre ribadito la salvezza come obiettivo principale, ma la sua squadra è andata ben oltre.

Juve Stabia, chi è Andrea Langella

Andrea Langella non è soltanto il presidente della Juve Stabia, ma è anche un simbolo di dedizione e amore per il suo club.

Fin dal suo arrivo, Langella si è dimostrato dedito alla causa e ciò gli ha permesso negli anni di costruire il percorso per arrivare in Serie B. Originariamente non aveva un ruolo molto centrale all’interno del club, ma era coinvolto come sponsor di SIRAL S.p.a. ed era co-proprietario con Manniello. Langella, spinto dalla sua passione e dalla sua visione, ha deciso di prendere le quote del club con suo fratello Giuseppe in un periodo non proprio florido dello sport: durante la pandemia del COVID-19. Non fu però facile trovare un accordo con l’allora socio della società, Manniello, e decise di dimettersi dal ruolo di presidente del club gialloblù. Dopo diverso tempo, Andrea Langella e suo fratello riescono ad acquisire la proprietà della Juve Stabia, la quale diventa solo di Andrea dopo la cessione del pacchetto azionario da parte di Giuseppe dopo un’esperienza durata tre anni.

Il presidente gialloblù si è dimostrato sempre presente, sia in campo che fuori. La sua costante presenza sul campo e negli spogliatoi ha permesso di creare un legame profondo tra lui e i giocatori.

LEGGI ANCHE: Chi è Sara Curtis: genitori, altezza e peso, età e origini della nuotatrice

Juve Stabia, Andrea Langella: la Serie B e la sinergia con Aurelio De Laurentis

Tutto è nato dalla retrocessione arrivata nel 2020; è stato in quel momento che Andrea Langella ha deciso di rilanciare le Vespe. Al suo arrivo, il presidente gialloblù ha trovato una situazione debitoria pesante, ripulita dell’80% con il concordato, ha dichiarato ai microfoni del Corriere dello Sport. Langella si è dimostrato entusiasta della promozione in Serie B e sembra non vedere l’ora di affrontare le piazze più importanti. Riguardo al futuro di Lovisa e Pagliuca, ha dichiarato che i due hanno già rinnovato e che resteranno. D’altronde sono i due protagonisti della grande cavalcata. Con l’arrivo della promozione, anche il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentis, si è congratulato con la squadra e Langella, il quale è stato anche chiamato. Sulla possibile sinergia tra i due club, il presidente gialloblù ha lasciato le porte aperte.

LEGGI ANCHE: Bento Matheus Krepski, chi è il portiere scelto per il dopo-Sommer

Scritto da Giovanni Scialpi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Alexander Zverev: lo stipendio del tennista tedesco

Napoli vs Frosinone: Un Duro Scontro Finisce in Parità

Contentsads.com