Per prepararsi adeguatamente servono 38 giorni e cinque prove

Non sarà una stagione pre-campionato troppo diversa dalle solite per Imanol, né troppo lunga, ma dopo gli eventi della stagione precedente, l’allenatore ritiene che ne valga la pena. Questo giovedì, la Real si mette in moto per prepararsi per una stagione che almeno implicherà 47 esami sotto forma di partite ufficiali per il txuri urdin, anche se tutti sperano che il numero di incontri superi ampiamente i cinquanta.

C’è già un gruppo di calciatori in funzione, ma la maggior parte della squadra inizia questo giovedì a Zubieta un periodo di preparazione di 38 giorni che presenta un grande ostacolo per Imanol: non potrà contare sui giocatori internazionali fino a quasi agosto e inoltre non sa ancora esattamente su quali pilastri potrà contare, dato che è probabile che Le Normand passi all’Atletico Madrid e il futuro di Mikel Merino è ancora molto incerto.

La stagione pre-campionato non si svolgerà come Imanol prevedeva perché alla fine è stato necessario sospendere una partita contro il Toulouse a Zubieta per posizionare nel mezzo del periodo di preparazione, il 25 luglio, una “gara” in Giappone, contro il Gamba Osaka, come risultato dell’accordo commerciale con lo sponsor Yasuda.

Prima di affrontare il Rayo Vallecano domenica 18 agosto (19 ore), il txuri urdin giocherà cinque partite amichevoli: contro l’Alavés il 20 luglio (18 ore), contro il Gamba Osaka il 25 (12 ore), contro Osasuna il 31 (19 ore), contro il Rennes il 3 agosto (19 ore) e contro l’Union Berlin il 9 agosto (19 ore).

Oggi, due portieri e Odriozola.

I dodici giocatori del Sanse, che si allenano dal giovedì, si uniscono oggi i portieri Unai Marrero e Egoitz Arana e Álvaro Odriozola. Inoltre, Aihen Muñoz sta intensificando il suo recupero per unirsi al gruppo di allenamento quando i medici e Imanol lo riterranno appropriato.
In attesa dei giocatori internazionali, da giovedì iniziano a esercitarsi Hamari Traoré, Álex Sola, Aritz Elustondo, Zubeldia, Olasagasti, Urko González de Zárate, Robert Navarro, Brais, Zakharyan, Kubo, Barrene, Becker, Carlos Fernández e Sadiq.
In attesa di nuove firme
Per ora, non ci sono nuovi arrivi, quindi non ci sono volti nuovi. Si prevede che nelle prossime ore verrà ufficializzato l’ingaggio del difensore del Manchester City Sergio Gómez.
Tuttavia, né il difensore di Badalona né Turrientes e Pacheco torneranno a casa presto. Lo faranno quando avranno terminato la loro partecipazione ai Giochi Olimpici di Parigi, e questo potrebbe avvenire la settimana prima dell’inizio de LaLiga.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

L’Athletic 2024-25 ha già iniziato il suo percorso

Eray Cömert, un individuo che si trova vicino a Pucela e lontano dall’Espanyol