Milano-Sanremo, la storia della Classica di Primavera

Si tratta di una delle gare più attese della stagione del ciclismo: tutto quello che bisogna sapere sulla Milano-Sanremo.

La Milano-Sanremo è una delle corse fisse più belle e importanti della stagione del ciclismo. Chiamata la Classica di Primavera o Classicissima, la gara è un appuntamento davvero emozionante e atteso per ogni corridore.

Milano-Sanremo: storia

Nata nel 1907, la Milano-Sanremo si è confermata negli anni la più importante corsa ciclistica su strada di un solo giorno.

Ebbene sì, perché questa competizione che, solitamente, dà il via al calendario della stagione del ciclismo, si corre tutta di un fiato in un’unica giornata.

La corsa, inizialmente, era a data fissa e si svolgeva sempre il 19 marzo di ogni anno in occasione della festa di San Giuseppe. Negli anni, poi, si è cercato di non spostarsi troppo da quella data e, di solito, si corre nel sabato più vicino al 19 marzo.

La partenza è sempre a Milano mentre l’arrivo varia di volta in volta. La Classica di Primavera è famosa in tutto il mondo per il percorso molto arduo e spettacolare e per la sua imprevedibilità. Tra i punti più amati dai ciclisti e dagli spettatori, senza dubbio il passo del Turchino, la Cipressa e il famoso Passo del Poggio, in provincia di Imola. Stupendo il percorso finale che porta fino al traguardo.

Il percorso è sempre rimasto piuttosto invariato, fatta eccezione per qualche modifica. Nel 2008, per esempio, a causa di una frana sulla Via Aurelia, è stata inserita una nuova salita di 4 km circa con pendenze del 5-9%, che da Noli sale attraversando la frazione Voze fino all’altopiano delle Manie, con successiva discesa verso il mare all’altezza dell’abitato di Finale. Nel 2014 la salita delle Mànie è stata rimossa e si è tornati al percorso più classico.

I vincitori

Dalla prima edizione del 1907, che vide vincere il francese Petit-Breton, si è arrivati fino al successo del belga Jasper Stuyven nel 2021 per quella che è stata la 112° edizione della Milano-Sanremo.

Diversi gli atleti italiani che negli anni si sono messi in luce vincendo la Classicissima. Il primo fu nel 1909 Luigi Ganna, poi è stato il tempo di Costante Girardengo. Sono suoi gli anni ’20 e ’30 con ben sei successi, uno in meno del “Cannibale” Merckx, vincitore in ben 7 occasioni.

Vanno ricordati anche di Binda e Guerra, ma anche quelli di Gino Bartali, vincitore di quattro edizioni, e Fausto Coppi, vincitore di 2 corse come Loretto Petrucci.

Nel recente passato si ricorda la vittoria di Mario Cipollini nel 2001 o il podio tutto italiano del 2003 con Paolo Bettini, Mirko Celestino e Danilo Di Luca. Anche Alessandro Petacchi e Filippo Pozzato, vincono la Classicissima nel 2005 e nel 2006. La vittoria italiana più recente alla Milano-Sanremo, invece, è quella di Vincenzo Nibali, nel 2018. L’Italia con le sue 51 vittorie totali è la Nazione ad aver vinto il maggior numero di Milano-Sanremo. Segue il Belgio a quota 22. L’ultimo successo. appunto quello del 2021 con Jasper Stuyven.

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi era Johnny Dumfries: storia e carriera del pilota britannico

Ajax-Roma: Ronald De Boer avvisa i giallorossi

Leggi anche
Contents.media