Baroncini: “Preferisco un passaggio più graduale”

Le parole del ciclista classe 2000 che ha trionfato ai Mondiali nelle Fiandre.

Filippo Baroncini, campione del mondo di ciclismo su strada Under 23 ha parlato, intervistato a Bike2U, il programma di Sport2U in collaborazione con OA Sport.

Queste le parole del ciclista romagnolo sul suo futuro: “Il corridore in cui mi rivedo è van Aert: guardando le sue caratteristiche e i risultati sono un po’ simili ai miei.

Ho vinto la Pessano-Roncola che è per scalatori, ho vinto cronometro, non ho vinto volate ma so che ho uno spunto veloce e che c’è margine. Tra i dilettanti il livello in salita è alto, la differenza con i pro’ sta scemando perché c’è tanta fretta di colmare il divario tra i pro’ e i dilettanti, magari questa fretta porterà a bruciare qualche tappa e qualche corridore.

Io preferisco un passaggio più graduale come il mio, passare da juniores a pro’ è un po’ troppo esagerato”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rossi: “Non si era mai visto che un campione corra per far perdere un altro”

Danilo Gallinari: l’ultimo degli italiani

Leggi anche
Contents.media