Chi sono gli investitori degli eSports: dagli sportivi ai cantanti

Il successo e la diffusione degli eSports sono legati al numero di investitori che ogni anno si avvicinano a questo business e lo aiutano a crescere

Il successo e la diffusione degli eSports sono legati al numero di investitori che ogni anno si avvicinano a questo business, e ai nuovi fondi che contribuiscono a garantire.

L’importanza di sponsor e investitori negli eSports

Il successo e la diffusione degli eSports sono legati al numero di investitori che ogni anno si avvicinano a questo business, e ai nuovi fondi che contribuiscono a garantire.

Il gaming competitivo è ormai un fenomeno affermato a livello internazionale che conta miliardi di euro di introiti ogni anno.

Per questo motivo, investire negli eSports fa gola a molte compagnie o personalità già affermate, in modo da ampliare il proprio portafoglio azionario.

È il caso della casa automobilistica bavarese BMW, che nel 2020 ha stupito tutti con uno dei più grandi accordi mai visti nel mondo dei videogiochi con ben cinque delle organizzazioni di eSport più famose al mondo.

Ancora, sempre nel 2020, il team spagnolo dei Giants Vodafone si è legato in un contratto di partnership con Chupa-Chups.

Michael Jordan

L’ex All-Star e 6 volte campione NBA Michael Jordan non si accontenta di essere lo sportivo più ricco al mondo, con un patrimonio di oltre 2,6 miliardi dollari, e ha deciso di investire negli eSports.

Il “Goat” del basket è sempre stato molto attivo sul mercato: dal suo omonimo brand che fattura miliardi ogni anno, all’acquisto della squadra NBA degli Charlotte Hornets, recentemente ha deciso di scommetere nel gaming competitivo.

«Sono veramente entusiasta di ampliare il mio portafoglio azionario sportivo attraverso il mio investimento in aXiomatic. L’eSport è un’industria mondiale in continua crescita e sono felice di collaborare con questa grande squadra di investitori».

Queste le parole di Michael Jordan in un comunicato. Il suo gruppo di investitori ha analizzato attentamente il mercato e ha deciso di contribuire con 26 milioni di dollari in aXiomatic, già proprietaria del Team Liquid.

Shaquille O’Neal

Restando nel mondo del basket, la stella NBA Shaquille O’Neal, dopo aver terminato la sua carriera da professionista, è entrato in più iniziative di investimento usando la sua enorme ricchezza personale. Oggi è coinvolto nell’organizzazione di eSports NRG, dove Shaq e altri investitori hanno raccolto 15 milioni di dollari. Il team in questione ora gestisce il San Francisco Shock, una parte della Overwatch League.

Shaq è molto attivo in questa iniziativa, in quanto appassionato: è coinvolto e disposto a condividere il suo potere da protagonista, che lo porta ad essere inserito nei video promozionali del team.

Drake

Il rapper canadese e vincitore di diversi Grammy’s Drake è un altro appassionato di videogame e mondo degli eSports. Grazie alle sue facoltà economiche si è avvicinato a questo mondo e ha investito ben 25 milioni di dollari – insieme agli uomini d’affari Dan Gilbert e Scooter Braun – in 100 Thieves, una delle più grandi organizzazioni di gaming degli Stati Uniti e del mondo.

Il nativo di Toronto ha affermato che potrebbe essere anche coinvolto in live stream su Twitch, in particolare sul videogioco Fortnite, il che gioverebbe e non poco agli eventi sportivi futuri.

Scritto da Riccardo Amato
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Oleksandr “S1mple” Kostyliev: il numero uno degli eSports

Quali sono i tornei di eSports più redditizzi?

Leggi anche
Contents.media