Quali sono i tornei di eSports più redditizzi?

Gli eSports sono sempre più popolari: i tornei sono seguiti da milioni di persone, con migliaia di pro player, e generano guadagni sempre più importanti.

Gli eSports sono sempre più popolari: seguiti da milioni di persone, contano migliaia di pro player e di conseguenza generano guadagni sempre più importanti.

Quali sono i giochi e i tornei più redditizzi negli eSports

Gli eSports sono sempre più popolari: seguiti da milioni di persone, contano migliaia di pro player e di conseguenza generano guadagni sempre più importanti.

Basta pensare che l’ultima finale dei mondiali di League of Legends è stata vista da circa 200 milioni di persone in tutto il mondo, risultando l’evento eSports più visto dell’ultimo anno con quasi il doppio di spettatori rispetto alle Finals NBA e risultando secondo solo alla finale di UEFA Champions League (vista da circa 250 milioni di spettatori).

Sicuramente tra le competizioni più accesse e che riversano su di esse attenzioni importanti ci sono tutti quesi tornei legati allo sport “tradizionale”: per citarne solo alcuni, PES o FIFA, videogiochi di simulazione calcistica. Ancora, videogiochi sparatutto e di strategia come Call of Duty sono il pane quotidiano negli eSports e sono stati tra i primi ad aprirsi al grande pubblico.

Infine, un’altra categoria altrettanto seguita e ben più remunerativa a livello di montepremi è quella dei MOBA – multiplayer online battle arena – come League of Legends o DOTA.

DOTA e League of Legends

DOTA 2 è probabilmente iuno dei videogiochi più apprezzati dalla community, un vero e proprio capostipite del genere.

Storicamente, è noto per le enormi cifre che spettano a chiunque riesca ad imporsi nelle massime competizioni e si conferma di gran lunga l’eSport dai montepremi più nutriti in assoluto. Questo perché da anni Valve immette buona parte dei proventi delle microtransazioni nel montepremi del The International, il campionato mondiale. Una prassi che ha trasformato il consueto appuntamento estivo nella competizione più ricca nel mondo del gaming competitivo. Basta pensare che, solo nel 2021, la cifra messa in palio è ammontata a 40 milioni di dollari.

League of Legends è senza ombra di dubbio l’eSport più seguito del pianeta e possa contare su leghe più che mai consolidate. I suoi campionati mondiali, i cosiddetti Worlds, hanno messo in palio nell’anno appena passatto ben 2,25 milioni di dollari in montepremi, suddivisi per i 22 partecipanti. La squadra prima classificata si è aggiudicata 500.000 dollari, più di un quinto del totale.

Fortnite e Starcraft II

FNCS Chapter 2 – Season 5 ha rappresentato la prima legittima competizione Fortnite ospitata da Epic Games del 2021. Dopo molte anticipazioni, l’account Twitter di Fortnite ha rotto Internet con il suo ultimo aggiornamento per la scena competitiva nel 2021. Epic Games ha ufficialmente impegnato 20 milioni di dollari per FNCS dell’anno appena trascorso. La ripartizione del montepremi è stata suddivisa per zone del mondo, e oltre un milione di dollari (più precisamente $1,35) è stato destinato all’Europa.

La WSC – World Championship Series – è sempre stata la competizione per eccellenza di Starcraft II, che raccoglieva milioni di montepremi a ogni edizione. Dal 2021 il massimo torneo del gioco ha cambiato nome ed è diventato ESL Pro Tour StarCraft II. Nello scorso anno ha contato un premio in denaro di quasi 2 milioni di dollari.

Scritto da Riccardo Amato
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi sono gli investitori degli eSports: dagli sportivi ai cantanti

Partecipare agli eSports: come diventare un gamer professionista

Leggi anche
Contentsads.com