Qual è stata la prima competizione videoludica?

Qual è stata la prima competizione videoludica di sempre? Vediamolo insieme.

Oggi siamo abituati a vivere i videogiochi a tutto tondo nelle nostre vite. Milioni sono i videogiocatori, e altrettanti sono coloro che aspirano a diventare qualcuno nella scena esportiva che cresce giorno dopo giorno. Ma qual è stata la prima competizione videoludica di sempre?

Il primo torneo

La prima competizione di sempre risale a 50 anni fa, esattamente il 19 Ottobre 1972. Si trattava di un torneo istituito dall’Università privata di Stanford in California, Università che ancora oggi risulta attiva e con molta popolarità negli states. Durante il 1972 gli studenti si ritrovarono per cimentarsi nelle cosiddette “Olimpiadi Intergalattiche di Spacewar”.

Spacewar non consisteva in nient’altro che due astronavi che si scontravano, orbitando attorno ad una stella, il tutto su uno sfondo totalmente nero classico dell’epoca. Il premio posto al vincitore era un abbonamento alla rivista “Rolling Stones“, rivista attiva ancora oggi.

Spacewar fu un gioco programmato nel 1962, 10 anni prima del torneo in questione, e girava sul computer PDP-1, il primo in grado di far girare un videogioco.

La scalata degli esports

Nei 50 anni a seguire gli esports si sono sviluppati attraversando diverse tappe, come i giochi da cabinato, le prime console da salotto, arrivando ad oggi in cui si compete su qualsiasi piattaforma, ed i giochi su cui ci si da battaglia sono molteplici.

Oggi gli esports rappresentano un mercato ricchissimo, una fetta importante del mercato videoludico, che da 20 anni a questa parte non ha fatto altro che crescere.

Gli esports risultano ancora giovanissimi, anche se in pochissimo tempo sono riusciti a conquistare milioni di persone che ogni anno seguono e attendono con ansia le loro competizioni preferite.

Scritto da 2watch
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tencent e il record di guadagni nel 2021

Chi è Lorenzo Sonego: la carriera del campione ATP

Leggi anche
Contents.media