Petrucci a capo chino dopo l’Austria: “Lento, non so perché”

I punti conquistati grazie alla pioggia non cancellano le difficoltà della prima fase di gara.

Gran Premio d’Austria complicato per Danilo Petrucci, capace comunque di raccogliere punti in una domenica difficilissima. La sua gara si è risollevata anche grazie alla pioggia, che gli ha permesso di abbandonare un anonimo diciottesimo posto per concludere al dodicesimo.

Molto onesta la sua analisi di fine gara, con tanto di spiegazione sulla sua strategia. “Questa gara è stata molto, molto difficile. Soprattutto all’inizio – ha ammesso Petrucci -. La moto si comportava in maniera diversa rispetto al solito, era molto lenta e mi mancava il passo. Ho fatto davvero tanta fatica”.

“Poi è arrivata la pioggia, e l’unica cosa che volevo era restare in sella e arrivare alla bandiera a scacchi.

Alla fine abbiamo anche conquistato punti, ma resto deluso per la prima fase della gara. Andavamo troppo piano, e bisogna capire perché”, ha concluso il centauro KTM.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MotoGp, Binder: “Gara folle, qualcuno mi ha tenuto in piedi”

Maresca: “Parma, c’è tanto lavoro da fare”

Leggi anche
Contents.media