La storia della Coppa Davis, la competizione più prestigiosa per i tennisti

Coppa Davis, la storia in oltre 100 anni tra grandi duelli, partite memorabili della massima competizione mondiale a squadre del tennis

La Coppa Davis è una competizione mondiale, per il tennis maschile, a squadre, organizzato dalla Federazione Internazionale con cadenza annuale. Ma quando è nata questa competizione?

La storia della Coppa Davis

Siamo verso la fine del XIX secolo. Il mondo è avviato ad una prepotente rivoluzione industriale.

Il tennis è investito anch’esso da un cambiamento epocale. Nel 1899 quattro giovani studenti della Harvard University e membri della squadra universitaria di tennis decisero di sfidare i cugini inglesi.

Un americano, in particolare, Dwight Filly Davis si adoperò più di altri per trovare l’accordo con gli inglesi. Si volle cercare una formula adeguata e che fosse condivisa da entrambi gli schieramenti. Lo stesso americano Davis decise di mettere in palio un’insalatiera d’argento.

Questa venne acquistata di tasca propria, ordinandola da Shreve, Crump & Low.

LEGGI ANCHE –> La storia del tennis: dalla nascita ai giorni nostri

Il primo incontro fu tra Stati Uniti e Gran Bretagna

Nel 1900 presso il Longwood Cricket Club iniziò il primo incontro di questo nuovo ed entusiasmante torneo. Di fronte Stati Uniti e Gran Bretagna, con successo degli americani in scioltezza. Nel 1905 l’evento ebbe la partecipazione di altre nazioni.

Si unirono ai due Paesi già presenti Belgio, l’Austria, la Francia, con l’Australasia, ovvero l’unione delle attuali Australia e Nuova Zelanda. Prima il torneo si chiamò International Lawn Tennis Challenge, poi a partire dal 1913 prese la denominazione ancora attuale, ovvero Coppa Davis.

LEGGI ANCHE –> Ranking Atp, l’Italia è una potenza

Tra dilettantismo e professionismo

Il 22 aprile 1968 fu una data particolare nella storia del tennis. Infatti da quel momento venne aperta la competizione anche ai professionisti. Nonostante ciò la Coppa Davis continuò a rimanere ostaggio dei dilettanti fino al 1973. Da quel momento tutte le nazionali vennero allineati nel primo turno in un tabellone.

Nel 1974 a vincere la Coppa Davis fu una nazione differente rispetto alle solite quattro, dominanti fino ad allora: Stati Uniti, Australia, Gran Bretagna e Francia. Fu la volta del Sud Africa, tra aspre polemiche che riguardavano l’apartheid. Oltre alle quattro precedentemente elencate altre dieci nazioni fino ad oggi sono riuscite a conquistare un’insalatiera d’argento: Croazia, Germania, Italia, Repubblica Ceca (ex Cecoslovacchia), Russia, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera e appunto il Sud Africa.

Oggi la Coppa Davis divide le nazioni partecipanti in diversi tabelloni sulla base dei risultati ottenuti l’anno precedente. La serie principale è “World Group” dalla quale esce la nazione vincitrice. Una statistica particolare riguarda l’ex giocatore italiano Nicola Pietrangeli. Lui detiene il record mondiale di partite disputate (164), con 78 vittorie in singolare e 42 in doppio.

Scritto da Lorenzo Carrega
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Gomez, l’Atalanta ha deciso: no a Inter e Juventus

Locatelli, l’agente fa l’occhiolino alla Juventus

Leggi anche
Contents.media