Sinner furente: “La colpa è mia, la schiena non c’entra”

Jannik eliminato dallo sloveno Bedene: "È un giorno duro per me, non so come ho perso". Sonego invece avanza ai quarti

Jannik Sinner ha analizzato l’eliminazione dal torneo di Montpellier, subita dallo sloveno Bedene: nonostante il primo set dominato 6-3, l’azzurro ha ceduto pesantemente nel secondo 6-2 e nel tiebreak, perso 7-3, è stato costretto a chiedere il medical time out per la schiena.

Jannik, inflessibile con se stesso, non ha cercato alibi: “Il male alla schiena? Ha contato zero. È al 100% colpa mia e del mio gioco, non so come ho potuto perdere…”, ha detto nella conferenza stampa dopo la sconfitta.

L’avversario era insidioso, anche se meno di un mese fa Jannik aveva sconfitto Bedene all’ATP Melbourne 1: “In Australia ero stato più aggressivo – ha continuato –, ma oggi ho fatto un casino, soprattutto dal punto di vista mentale questo è un giorno molto duro per me.

Bisogna imparare dalle sconfitte, ma dopo aver giocato abbastanza bene il primo set sono andato avanti senza un’idea. O meglio, ce l’avevo ed era sbagliata”.

Eliminazione che brucia: “Ho sbagliato in certi momenti della partita: dopo il primo set dovevo fare una cosa e invece ne ho fatto un’altra. Sono quasi senza parole ed è difficile capire perché abbia perso. Adesso ne devo parlare con l’allenatore perché ci sono diverse cose da affrontare”.

L’Italia però sorride a Montpellier con Lorenzo Sonego che avanza ai quarti battendo in due set Sebastian Korda. Ora lo aspetta David Goffin.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Kyrie Irving propone un nuovo logo NBA in onore di Kobe Bryant

Firmato Protocollo d’intesa tra Link Campus University e CONI per la formazione di atleti, tecnici e dirigenti

Leggi anche
Contents.media