I procuratori sportivi più potenti del 2020: la classifica di Forbes

Come ogni anno, Forbes stila la classifica dei procuratori più potenti: Boras scalza Barnett dal primo posto, Raiola quarto, Pastorello 20esimo, bene David Mulugheta, new entry dell'NFL.

Siamo a fine anno e, come di consueto, Forbes ha pubblicato la classifica dei procuratori sportivi più potenti del 2020. Su una lista di 50 procuratori, conquista terreno (ma non abbastanza) Mino Raiola. Il manager italiano è infatti un gradino fuori dal podio.

C’è da dire che le commissioni degli agenti sono limitate e regolate dalle associazioni. La FIFA e la Major League Baseball sono le associazioni che consentono le commissioni più elevate (rispettivamente 10 e 5 %). La NBA e la NHL il 4% mentre la NFL il 3%.

I procuratori più potenti del 2020

In cima alla classifica troviamo chi, l’anno scorso aveva “conquistato” la medaglia d’argento: Scott Boras.

Secondo quanto riportato da Forbes, Boras ha guadagnato circa 3,2 miliardi di dollari per i suoi assistiti (circa il 30% in più dello scorso anno). Inoltre, ha portato nelle casse della Boras Corporation oltre 160 milioni di dollari di commissioni. L’agente che opera nel baseball ha negoziato oltre 15 contratti, due dei quali sopra i 300 milioni di dollari, mentre altri tre sopra i 200. Tra i contratti più importanti strappati da Boras nel 2020 troviamo i 330 milioni di dollari a Bryce Harper, esterno di Philadelphia, e i 324 a Gerrit Cole, giocatore dei New York Yankees.

scott boras

Non è il primo della lista, ma tanto più in basso non lo potevamo trovare. Jonathan Barrett è il secondo tra i procuratori sportivi più potenti del 2020. L’agente di Gareth Bale, Saul e Wojciech Szczesny ha infatti negoziato contratti per un totale 1,42 miliardi di dollari. Nelle tasche della sua agenzia, inoltre, sono entrati più di 140 milioni di dollari. Jonathan Barnett, per un altro anno, è il procuratore di calcio più potente.

Al terzo posto si riconferma Jorge Mendes. Il procuratore di Cristiano Ronaldo, nel corso del 2020, intasca ben 140 milioni di dollari di commissioni e si riconferma sul gradino più basso del podio.

Leggi anche: I giocatori più giovani della Serie A 2020/21

Gli scalatori di classifica

In questa particolare categoria rientrano i due agenti che occupano l’ottava e la nona posizione nella classifica dei procuratori sportivi più potenti del 2020: David Mulugheta e Rich Barry.

David Mulugheta è il massimo rappresentante degli agenti della NFL ed è entrato nella top ten del 2020 scavalcando 30 posizioni nell’ultimo anno. Il 38enne di origini eritree ha concluso accordi per circa 1,5 miliardi di dollari, guadagnando circa 46 milioni di dollari di commissioni. Tra i suoi negoziati più importanti di quest’anno, troviamo sicuramente il contratto che ha legato il quarterback Deshaun Watson agli Houston Texans per quattro anni a 177 milioni di dollari.

Rich Barry, invece, nell’ultimo anno ha scalato ben dieci posizioni in classifica. L’agente della Klutch Sports Group è infatti il secondo esponente degli agenti della pallacanestro, dietro a Jeff Schwartz. Nel corso del 2020, Barry ha negoziato accordi per un totale di circa 1,3 miliardi di dollari, per un valore di 46 milioni di dollari in commissioni. Tra i suoi contratti si annoverano i 153 milioni di dollari per il re dell’NBA LeBron James e i 177 milioni di dollari del contratto del playmaker dei Philadelphia 76ers, Ben Simmons. Inoltre, il procuratore americano ha negoziato i contratti di alcuni giocatori dei Los Angeles Lakers che hanno contribuito (chi più, chi meno) alla vittoria del titolo, tra loro: Anthony Davis, Kentavious Caldwell-Pope, JR Smith e Dion Waiters (sì, anche loro due…).

Due italiani in top 20

Come anticipato, Mino Raiola è tra i primi cinque procuratori sportivi più potenti del 2020. Il salernitano ha scavalcato Jeff Schwartz arrivando a ridosso del gradino più basso del podio, occupato dal collega Jorge Mendes. Il procuratore di Pogba, Ibrahimovic e Donnarumma ha negoziato contratti per 847 milioni di dollari, una cifra inferiore rispetto a chi occupa addirittura le ultime posizioni della top 10. E allora perché Mino Raiola si trova al quarto posto? “Semplice”. L’agente campano ha guadagnato ben 85 milioni di dollari di commissioni.

L’altro agente italiano nella top 20 stilata da Forbes è una new entry: Federico Pastorello. Il procuratore calcistico di Rovereto è l’artefice del passaggio in neroazzurro di Romelu Lukaku. Con più di 32 milioni di dollari guadagnati in commissioni, Pastorello entra a gamba tesa in classifica, occupando la 19esima posizione.

Leggi anche: Calciatori più pagati al mondo: classifica

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sanremo, Ibrahimovic sarà ospite fisso

Inter, summit di mercato con Conte

Leggi anche
Contents.media