Chi è Christof Innerhofer, lo sciatore sulle orme di Gustav Thoeni

Nato sugli sci, Christof Innerhofer inizia a vincere fin da ragazzino, scalando le gerarchie fino a conquistare diversi ottimi risultati.

Nato a Brunico, nell’Alto Adige, Christof Innerhofer è senza dubbio uno degli sciatori azzurri più in gamba del panorama.

Chi è Christof Innerhofer

Alto atesino e sciatore dalla nascita, Innerhofer sale per la prima volta sugli sci all’età di tre anni.

A dodici anni dimostra già la stoffa del campione, diventando campione regionale a Speikboden. Dopo aver conseguito altri ottimi piazzamenti, inizia a partecipare alle gare FIS nel 1999. Nel 2003, ad appena 19 anni, prende parte alla sua prima Coppa Europa, debuttando in campo internazionale. La stagione 2005-2006 è quella del grande salto, Christof riesce a conquistare tre podi, due di questi da primo classificato. In seguito agli ottimi risultati ottenuti in campo continentale, le Fiamme Gialle lo arruolano e, nella stagione successiva, esordisce in Coppa del Mondo a Levi.

Nel 2007 arriva 38esimo ai Mondiali di Are, in Svezia, migliorandosi notevolmente l’anno successivo.

LEGGI ANCHE: Chi è Matteo Marsaglia, lo sciatore italiano specialista della discesa

christof innerhofer olimpiadi

Gli anni d’oro

La stagione 2008-2009 inizia molto bene, con la vittoria sulla pista Stelvio di Bormio. Successivamente, arriva quarto nel supergigante ai Mondiali di Val d’Isère. In virtù dei buoni risultati strappa il pass per i Giochi Olimpici invernali di Vancouver 2010, chiudendo con due piazzamenti in top ten. L’anno successivo, si laurea campione del mondo a Garmisch-Partenkirchen. Tre giorni dopo ha conquistato anche il bronzo in discesa libera e la medaglia d’argento in supercombinata. Con questa tripletta, Innerhofer eguaglia il primato italiano del maggior numero di medaglie in un’unica rassegna iridata (l’ultimo fu Zeno Colò nel 1950).

Il 15 marzo 2012, diventa il secondo sciatore italiano dopo Gustav Thoeni a collezionare vittorie in Coppa del Mondo in tre diverse specialità, vincendo il supergigante di Schladming. Qualificatosi per le Olimpiadi invernali di Sochi 2014, vince la medaglia d’argento nella discesa libera, diventando il primo atleta italiano a conquistare l’argento olimpico nella disciplina. Dalla stagione 2015-2016, non riesce più ad ottenere gli stessi risultati, partecipando ai Giochi Olimpici invernali di Pyeongchang 2018 e ai Mondiali di Åre 2019. Nel 2021 ha preso parte ai Mondiali di Cortina d’Ampezzo, classificandosi 6º nella discesa libera, 23º nel supergigante e 14º nella combinata.

christof innerhofer

Leggi anche: Chi è Florian Schieder: il nuovo talento dello sci italiano

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Matteo Marsaglia, lo sciatore italiano specialista della discesa

Chi è Emanuele Buzzi, l’azzurro specialista nelle prove veloci

Leggi anche
Contents.media