Chi è Joel Embiid: tutto sul cestista dei Sixers

Tra infortuni ed esibizioni di talento, tra riconoscimenti e sfortuna, è riuscito a dimostrare il proprio valore in NBA. Chi è Joel Embiid?

Da giovane, il suo mito era Hakem Olajuwon, il centro nigeriano dei Rockets. Un decennio dopo, lo stesso Hakem Olajouwon confessa di rivedersi in lui. Chi è Joel Embiid, il centro dei Philadelphia 76ers?

Joel Embiid: chi è

Classe 1994, Joel Embiid è nato e cresciuto a Yaoundé, in Camerun.

Durante un camp di pallacanestro estivo in Camerun, il connazionale Luc Mbah a Moute scopre il giovane talento. Proprio l’ala dei Blucks e dei Clippers lo convince a trasferirsi negli Stati Uniti e a iscriversi alla Montverde High School. Dalla prestigiosa scuola superiore statunitense sono usciti molti futuri giocatori NBA, tra cui lo stesso Luc Mbah a Moute.

Carriera

A sedici anni Joel Embiid sbarca così oltreoceano. Alla Montverde Academy chiude la sua stagione da senior con 13 punti e con 9,7 rimbalzi e 1,9 stoppate di media.

Nel 2012 accetta l’offerta di giocare presso la Kansas University, con i Jayhawks. Chiude dopo un anno la sua carriera in NCAA con 11,2 punti, 8,1 rimbalzi e 2,4 stoppate in 23,1 minuti a partita. Dichiaratosi eleggibile al Draft NBA 2014, i Philadelphia 76ers lo selezionano alla terza scelta assoluta, dopo Andrew Wiggins e Jabari Parker. Tuttavia, Joel Embiid è costretto a saltare le prime due stagioni NBA, a causa di una frattura da stress del piede destro, operata due volte.

Fa il suo debutto in NBA il 26 ottobre 2016 contro gli Oklahoma City Thunder. In 25 minuti di gioco colleziona 20 punti, 7 rimbalzi e 2 stoppate. Nonostante giochi un numero di minuti limitato per gli infortuni passati, le sue medie rapportate su 36 minuti sono simili a quelle di Wilt Chamberlain nel suo anno da rookie. La stagione seguente gioca 63 partite (fermandosi nel finale di stagione per una frattura dell’osso orbitale sinistro), portando i 76ers al terzo posto nella Conference.

LEGGI ANCHE: Chi è Steph Curry, la bandiera dei Warriors

Skills e curiosità

Buon tiratore dall’arco, Joel Embiid segna con costanza da tre. Nelle votazioni dei tifosi per l’All Star Game 2017 si classifica terzo, non riuscendo però a rientrare nel quintetto titolare a causa del voto di allenatori e giocatori. Viene tuttavia incluso nel Rising Stars Challenge (non partecipando per un problema al ginocchio). Diventa inoltre il secondo rookie dei 76ers dopo Allen Iverson a realizzare almeno 20 punti in 10 partite consecutive. Di ruolo centro, The Process è molto bravo in entrambe le metà-campo: ottimo stoppatore, giocatore in post e in area.

Ha anche una buona visione di gioco che gli consente di fornire assist ed hand-off ai compagni. Inoltre, il suo passato calcistico ad avere una grande rapidità di piedi. Joel Embiid è il terzo camerunense ad entrare in NBA. I primi due sono stati Ruben Boumtje-Boumtje e il già citato Luc Mbah a Moute, scouter-mentore di Embiid. Il 20 febbraio 2021 segna il suo massimo in carriera di 50 punti nella partita vinta 112-105 contro i Chicago Bulls.

LEGGI ANCHE: Chi era Terrence Clarke, la giovane promessa dell’NBA

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lazio e Milan: tutti gli ex calciatori che hanno indossato le due maglie

Nicolò Bulega a caccia di punti

Leggi anche
Contents.media