Gianluigi Buffon, storia e successi del portiere italiano

Dai record e le vittorie con la Juventus, fino alla Nazionale italiana e non solo: vita e carriera di Gianluigi Buffon.

Gianluigi Buffon è considerato da tutti uno dei giocatori più importanti della storia del calcio, non solo italiano. Attualmente portiere della Juventus, a 43 anni non ha alcuna intenzione di fermare la sua lunga e vincente carriera.

Gianluigi Buffon: inizi carriera

Gianluigi Buffon nasce a Carrara il 28 gennaio 1978 e già dal DNA della sua famiglia si capisce che il suo destino è scritto: diventare qualcuno nel mondo dello sport. Padre e madre campionesse di lancio del peso. Sorelle pallavoliste e zio cestista. Lui, non poteva non affermarsi come calciatore, per la precisione portiere.

La carriera del Gigi Buffon calciatore inizia in giovane età quando muove i primi passi tra Spezia e Carrara, salvo poi passare nelle giovanili del Parma nel 1991.

Nonostante un avvio da centrocampista, è con la maglia dei Ducali che scopre le sue qualità come portiere giocando sempre tra i pali e facendosi notare dalla prima squadra.

Grazie a Nevio Scala passa nel 1995 tra “i grandi” e a seguito del doppio infortunio del primo e secondo portiere fa il suo debutto in Serie A il 19 novembre 1995 contro il Milan. Una sfida terminata senza gol e nella quale, ancora minorenne, si mette in mostra venendo eletto come MVP della gara.

Fa il suo debutto in Europa, precisamente in Coppa Uefa, il 24 settembre del 1996. Da quel momento in poi diventerà stabilmente il titolare del Parma. Con la formazione emiliana milita fino al 2001, aggiudicandosi tre trofei: la Coppa UEFA, la Coppa Italia e la Supercoppa italiana.

Vittorie con Juventus e Psg

Nel 2001 passa alla Juventus dove si consacrerà tra i portieri più forti del mondo e di sempre. In maglia bianconera vince praticamente tutto fin da subito. Il primo scudetto arriva nell’anno del suo trasferimento.

Il 2002-03 lo vede confermarsi Campione d’Italia e portare a casa anche la Supercoppa italiana. Una nota stonata: la sconfitta in finale di Champions League – fino ad oggi suo tallone d’Achille – contro il Milan ai rigori. Quell’anno, magra consolazione, venne premiato come giocatore della stagione dalla Uefa. Nessun portiere ci era riuscito prima.

Niente scudetto l’anno successivo, dove la Juventus termina il campionato al terzo posto.

Nelle due stagioni seguenti, 2004-05 e 2005-06 vince altri due scudetti, poi revocati a seguito delle note vicende di Calciopoli che videro anche la Juventus essere retrocessa in Serie B. L’estate del caos per il calcio italiano è anche quella della vittoria del mondiale in Germania dove Buffon e gli azzurri diventano campioni del mondo.

Tornando al club, nonostante le difficoltà e la stagione in cadetteria, il portiere rimase alla guida della squadra e ottenne subito la promozione in Serie A l’anno dopo.

Gli anni successivi al ritorno in A serviranno a Buffon e alla Juventus per ricostruire. Grazie anche ad Antonio Conte è nel 2012 che il portiere e i bianconeri tornano a vincere dando inizio ad un ciclo che porterà per 3 scudetti consecutivi e due Supercoppe italiane. In occasione dell’addio di Del Piero, è proprio l’estremo difensore a diventare a tutti gli effetti capitano del club.

Nel 2014-15, sotto la guida di Allegri, Buffon e la Juventus vincono il quarto scudetto di fila e la Coppa Italia. Le vittorie del portiere e del club di Torino continuano e arriveranno negli anni anche gli scudetti 2015-16, 2016-17, 2017-18, 2019-20. La Vecchia Signora vincerà anche il Tricolore del 2018-19 ma Buffon, in quell’anno, di comune accordo con la società decise di provare l’esperienza all’estero passando in Francia ai campioni del Paris Saint-Germain.

A Parigi gioca alternandosi con Areola ma riesce comunque a vincere il campionato della Ligue 1 e il Trophees des champions. Con la maglia dei parigini alterna buone parate a prestazioni poco felici come in Champions League, la sua vera maledizione.

Come detto, l’anno dopo torna in Italia, e vince ancora uno scudetto ma non sarà più il primo portiere lasciando il testimone all’ormai affermato Szczesny. Per il futuro Super Gigi non ha ancora deciso ma pare voglia continuare ancora una stagione.

I record

La lunga carriera di Buffon ha visto il portierone italiano alzare al cielo tantissimo trofei, ma nel suo palmares si contano anche tanti record, individuali e di squadra. L’estremo difensore, infatti, vanta il maggior numero di presenze nella storia della Serie A, ma anche il record di imbattibilità nella massima serie, o quello dei maggiori clean sheet consecutivi.

Tra le statistiche da record del portiere anche quello di calciatore italiano con più presenze nelle squadre di club, oltre ad essere il giocatore con più campionati vinti (10) e supercoppe italiane (7).

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mercato Juventus: c’è la fila per Fagioli

Chi è Adolfo Gaich: il nuovo crack argentino che fa sognare il Benevento

Leggi anche
Contents.media