Chi era Davide Astori, il capitano della Fiorentina morto nel 2018

Davide Astori è morto il 4 marzo del 2018 in seguito ad un arresto cardiaco: il capitano della Fiorentina ha lasciato un vuoto nel calcio italiano.

Davide Astori è stato uno dei difensori più rocciosi e interessanti dell’ultima generazione. Il capitano della Fiorentina si è spento il 4 marzo 2018 all’hotel Là di Moret, dove la squadra alloggiava in vista della sfida contro l’Udinese.

Chi era Davide Astori

Nato in provincia di Bergamo nel 1987, Davide Astori si affaccia al calcio giocando nelle giovanili del San Pellegrino e nel Ponte San Pietro fino a che, nel 2001, la primavera del Milan lo mette sotto contratto. Con i giovani rossoneri rimane fino al 2006, quando la società lo promuove in prima squadra e lo gira in prestito prima alla Cremonese e poi al Pizzighettone. Nel 2008, il Cagliari lo acquista dalla società milanese per 1.2 milioni di euro.

Esordisce in Serie A con i sardi il 14 settembre 2008 nella partita persa per 2 a 0 contro il Siena. Durante la prima stagione raccoglie solo 10 presenze, diventando titolare della difesa rossoblù l’anno seguente. Negli anni successivi diventa uno dei prospetti più interessanti del campionato, confermando la titolarità nel Cagliari anche a seguito di un infortunio all’inizio della stagione 2011-12.

Nel 2014 si trasferisce in prestito alla Roma.

Con i giallorossi debutta in Champions League e disputa un’ottima annata, contornata da una rete. Rientrato al Cagliari, viene ceduto alla Fiorentina. Con i viola firma un quadriennale ed esordisce proprio contro il Milan. Davide si impone fin da subito come perno della difesa viola, fino a conquistare la fascia di capitano nella stagione 2017-2018.

davide astori roma

Leggi anche: Chi è Sinisa Mihajlovic: tutto sull’allenatore serbo

La morte

Il 4 marzo 2018, la squadra – allarmata dall’inconsueto ritardo di Astori – lo ritrova senza vita nella sua camera di albergo. Sebbene all’inizio si fosse parlato di bradiaritmia, l’esame autoptico ha dichiarato che il difensore è morto per morte cardiaca improvvisa seguita a fibrillazione ventricolare. Numerosi i messaggi di cordoglio e le commemorazioni della sua scomparsa. In seguito alla morte, sia la Fiorentina che il Cagliari hanno ritirato la 13 del bergamasco. Inoltre, dal 2018, la Hall of Fame del calcio italiano prevede un premio fair play intitolato alla memoria di Astori.

Il 27 marzo successivo, il centro sportivo della Fiorentina, famoso come “I Campini”, assunse il nome di “Centro sportivo Davide Astori“.

centro sportivo davide astori

Leggi anche: Per chi fanno il tifo i cantanti di Sanremo 2021?

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Atalanta, frecciatina all’Inter di Gasperini

MotoGp, Capirossi punta ancora su Rossi

Leggi anche
Contents.media