L’orgoglio di De Ligt: “Sono dove voglio essere”

"Se riesci a difendere in Italia puoi farlo ovunque".

Raggiunto dal Telegraph, Matthijs De Ligt ha dichiarato: “Se riesci a difendere in Italia puoi farlo ovunque. La Juventus? Ho messo a confronto pro e contro e alla fine ho scelto. In ogni partita devo dimostrare di essere all’altezza.

Sono dove voglio essere, dove posso imparare di più. Ci sono giocatori di esperienza come Chiellini e Bonucci, ma anche Buffon e Ronaldo”.

Proprio sul portoghese e sul portierone: “Guardo cosa fa Cristiano, come si tiene in forma. Gli chiedo consigli, è un esempio da seguire. Buffon potrebbe essere mio padre. È divertente perché il modo in cui si comporta non è quello di di uno che ha il doppio dei miei anni: è la sua forza, il perché gioca ancora.

Ha la testa di un ventinovenne”.

Chiosa su Aaron Ramsey: “Quando siamo arrivati ci siamo aiutati a vicenda, ma forse sono stato più io ad aiutarlo ad ambientarsi. Ho imparato l’italiano prima di lui”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Inter, Moratti: “Carattere da scudetto, Conte più di un allenatore”

Chi è Miles Chamley-Watson, il campione del mondo di fioretto

Leggi anche
Contents.media