Lo Stadio di San Pietroburgo: la storia della casa dello Zenit

Lo stadio di San Pietroburgo, l'attuale casa dello Zenit, sarà uno degli stadi protagonisti a Euro 2021.

La Sedicesima edizione degli Europei di Calcio, in programma la prossima estate, avrà luogo negli stadi più belli di tutta Europa. Tra questi vi è lo Stadio di San Pietroburgo, un impianto che è stato protagonista della storia del calcio recente.

La storia dello Stadio di San Pietroburgo

Questo stadio è l’impianto che ospita le partite in casa dello Zenit di San Pietroburgo. Sorge nelle zone dell‘isola di Krestovsky e, nonostante sia stato costruito in tempi recenti, è già stato il teatro di emozionanti incontri.

Inizio lavori e inaugurazione

Dopo l’assegnazione dei Mondiali del 2018 alla Russia, costruire nuovi impianti era uno dei compiti più urgenti da portare a termine. Il nuovo impianto ha sostituito il vecchio stadio Petrovskji come nuova casa dello Zenit San Pietroburgo.

Il progetto per lo Stadio di San Pietroburgo è dell’architetto Kisho Kurokawa e i lavori sono iniziati nel 2007 e sono terminati dieci anni più tardi.

L’inaugurazione ha avuto luogo il 27 ottobre del 2016, ma un mese più tardi si è scoperto che il campo retrattile non era stabile e si è dovuto sistemare l’errore, ritardando cosi l’utilizzo dello stadio. L’intero progetto di costruzione è costato 1.1 miliardi di dollari e lo stadio può vantare più di 64.000 posti a sedere.

L’impianto inoltre ancora non ha un nome ufficiale. Nel luglio del 2009, il presidente dello Zenit si è riferito allo stadio in costruzione come “Zenit Arena”. Qualche mese dopo, però, il presidente dello sponsor dello Zenit, “Gazprom”, ha dichiarato ai giornalisti che lo stadio avrebbe preso il nome della sua compagnia. Nonostante ciò, l’azienda non ha mai mantenuto la promessa, perciò per ora ci si riferisce alla casa dello Zenit come “Stadio di San Pietroburgo”, in attesa di un nome ufficiale.

Stadio di San pietroburgo

Appuntamenti passati e futuri

Nello stadio di San Pietroburgo sono state giocate importanti partite. Ad esempio nel 2017, si è giocata la finale di Confederation Cup, vinta dalla Germania sul Cile per 1-0. Inoltre, durante i Mondiali del 2018, la Francia ha conquistato proprio in questo stadio il pass per la finale, battendo il Belgio per 1-0.

L’impianto sarà inoltre protagonista agli europei in programma quest’estate, ospitando infatti tre partite del gruppo B, per poi diventare il palcoscenico di uno dei quarti di finale della competizione. Infine, sul rettangolo verde dello stadio russo, nel 2023 avrà luogo la finale di UEFA Champions League.

LEGGI ANCHE: Fußball Arena di Monaco, la sua storia dal 2006 a oggi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Juventus, l’agente di Chiellini: “Nessuno si è fatto vivo per il rinnovo”

Rinnovo di Mandzukic, ne parla l’agente

Leggi anche
Contents.media