Mattia Perin strizza l’occhio alle pretendenti

"Qualunque apprezzamento fa piacere quando lavori con impegno, sono ambizioso".

Nelle ultime settimane il nome di Mattia Perin è stato accostato a diversi club. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il portiere ha risposto così sul tema: “Qualunque apprezzamento fa piacere quando lavori con impegno. Ho 28 anni, ma già dieci stagioni di A alle spalle.

Sono morto e risorto un po’ di volte, questa sarebbe l’ennesima. Cerco di alzare sempre l’asticella, sono ambizioso. Non so cosa mi riserverà il futuro, ma prenderò quello che mi darà la vita, sapendo di ricevere quello che mi sarò meritato”.

L’estremo difensore del Grifone non ha mai nascosto la sua ammirazione per Gianluigi Buffon: “Da bambino sognavo di potermi allenare con lui. È successo davvero, in Nazionale e alla Juventus.

E’ stato fantastico, un’esperienza bellissima”.

In chiusura, una battuta sugli stadi vuoti: “Io vivo di energia. Cerco le emozioni, mi ricaricano, e un campionato senza gente sugli spalti. ​Posso dirlo? Fa schifo, ma è pure inevitabile visti i problemi causati dalla pandemia. Spero di ritrovare presto gli stadi pieni e che tutti torneremo a una vita normale”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Fabio Paratici, dirigente della Juventus ed ex calciatore

Chi era Filippo Mondelli, il giovane campione di canottaggio

Leggi anche
Contents.media