Chi è Maurizio Arrivabene, il nuovo dirigente della Juventus

Il percorso di Maurizio Arrivabene: da team principal della Ferrari ad amministratore delegato in pectore della Juventus

Maurizio Arrivabene, ex team principal della Ferrari, è pronto ad iniziare una nuova avventura come amministratore delegato in pectore della Juventus. Il noto dirigente si appresta quindi a passare dalle quattro ruote al mondo del pallone, ma sempre sotto “l’ala” protettiva della famiglia Agnelli.

Maurizio Arrivabene: inizi carriera

Maurizio Arrivabene, nato a Brescia il 7 marzo del 1957, ha cominciato la sua carriera in ambito marketing e attività promozionali, lavorando molto tra l’Italia e l’estero. Nel 1997 entra in Philip Morris International dove ricopre diversi incarichi fino a diventare vice-presidente della comunicazione internazionale di Marlboro nel 2007, nonché vice-presidente del “consumer channel strategy and event marketing” quattro anni più tardi.

Nel 2012 comincia il suo ingresso nel mondo dello sport.

Maurizio Arrivabene diventa membro indipendente del board della Juventus, dopo essere stato membro per un anno della Sport Business Academy della Bocconi.

Maurizio Arrivabene: approdo alla Ferrari

L’apice della sua carriera sportiva arriva settore dei motori, dove il bresciano entra nel 2014 in qualità di team principal della Ferrari, chiamato a gran voce da Sergio Marchionne per ridare lustro alla storica Scuderia di Maranello. Come noto, però, i successi non arrivano e Arrivabene, così come tutto il mondo della Rossa, deve accontentarsi di due secondi posti nella classifica piloti con Sebastian Vettel (2017 e 2018).

Lascia il posto in Ferrari nel gennaio 2019, venendo sostituito nel ruolo da Mattia Binotto.

Maurizio Arrivabene: alla Juventus

Nel 2021, infine, la Juventus, squadra che lui stesso tifava da bambino, ha deciso di puntare forte sulla sua esperienza. Arrivabene, infatti, è pronto a guidare i vertici dirigenziali bianconeri come amministratore delegato lavorando nella gestione finanziaria del club accanto a Federico Cherubini.

La rinascita della Juventus, quarta nell’ultimo campionato di Serie A disputato, passerà dunque anche dal lavoro del nuovo dirigente che da sempre è legato alla famiglia Agnelli

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Euro2020, un caso di Covid-19 nell’Olanda

Pugilato, niente Olimpiadi per Clemente Russo

Leggi anche
Contents.media