Chi è Joe Tacopina, avvocato e presidente della Spal

Tutto quello che c'è da sapere su Joe Tacopina, l'attuale presidente della Spal.

Attuale presidente della Spal – ma già al centro della scena calcistica italiana a partire dal 2011 (anno in cui entrò nel consiglio di amministrazione della Roma) -, chi è Joe Tacopina, l’avvocato newyorkese con una passione sfrenata per il nostro calcio?

Chi è Joe Tacopina

Nato da genitori italiani trasferitisi negli Stati Uniti, Joe Tacopina consegue la laurea in legge presso la “University of Bridgeport” (Connecticut) nel 1991. Nello spazio di tre anni, l’allora ventottenne Joe ha già conquistato tutti, riuscendo addirittura ad aprire un proprio studio a Manhattan: il Tacopina Law.

Personaggio controverso, capace di auto-definirsi “uomo dei sogni” e di far parlare di sé ovunque vada (e non sempre in positivo), Tacopina si appassiona fin da subito al mondo del pallone.

Ritrovando in esso, con ogni probabilità, sprazzi di quel legame così profondo che lo lega da sempre al nostro paese.

Presenza pressoché costante all’interno del panorama calcistico italiano (se non altro da dieci anni a questa parte), Joe Tacopina faceva parte della cordata americana – capitanata da Thomas Di Benedetto – che nel 2011 acquisì la Roma. Dopo essere entrato nel consiglio di amministrazione, l’avvocato americano divenne rapidamente vicepresidente del club; una carica, quest’ultima, che ricoprì per la bellezza di 3 anni.

Dimessosi dalla vicepresidenza della Roma, Joe tentò con successo di acquistare insieme a Joey Saputo (un noto imprenditore canadese) il Bologna Calcio, di cui divenne presidente il 15 ottobre del 2014. Inizialmente, le cose andarono a meraviglia, tanto che la squadra ottenne addirittura un’insperata promozione in Serie A. In meno di un anno, tuttavia, i sempre più frequenti contrasti con Saputo ebbero la meglio, e così Tacopina decise di cercare fortuna altrove.

Dal Venezia alla Spal

A soddisfare la sua implacabile sete di ambizione, il Venezia Calcio, squadra che ai tempi militava in Serie D. Divenuto azionista di riferimento del club, Joe porta avanti fin da subito un progetto ricco ed elaborato. Come testimoniano le scelte di Giorgio Perinetti in qualità di direttore sportivo e di Filippo Inzaghi come allenatore.

Due promozioni e tre anni più tardi, Tacopina cede ancora una volta al proprio raffinato senso degli affari. Cedute le quote azionarie del club – che nel frattempo si erano nettamente rivalutate -, Joe volge dunque la propria attenzione verso nuovi lidi.

Ad attrarlo, sulle prime, è nientemeno che il Catania Calcio, squadra che nel gennaio del 2021 militava in Serie C. Impegnatosi per un’acquisizione totale del club (100%), l’avvocato americano decide tuttavia di tirarsi indietro all’ultimo minuto. A motivare una scelta di questo tipo, con ogni probabilità, una serie di incomprensioni con i proprietari del club,

Ultimo capitolo di una storia che certamente riserverà ancora grandi sorprese, il matrimonio tra Joe Tacopina e la Spal. Interessatosi al club di Ferrara nell’estate di quest’anno, il dirigente sportivo newyorchese riesce finalmente a rivelarne delle quote il 13 agosto. Adesso, a poco più di un mese di distanza, Joe è presidente del club. La Serie B, per un uomo ambizioso come lui, non può essere che un punto di partenza. Ne vedremo delle belle.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ivan Juric lancia l’allarme: “Preoccupato per Belotti”

Marchisio: “Non c’è da guardare in faccia l’avversario, servono punti”

Leggi anche
Contents.media