Chi è Daniel Sturridge: alla scoperta dell’ex talento inglese

Daniel Sturridge, il lento declino di uno degli attaccanti inglesi più promettenti degli ultimi anni.

Ci sono storie del calcio che sanno ancora sorprendere. Una di queste è quella di Daniel Sturridge, uno degli attaccanti più interessanti del panorama inglese che per anni ha fatto ben parlare e sperare. Allo stesso tempo però, capita che carriere destinate a sbocciare spesso si complicano, e da una piccola crepa si può rompere tutto.

Eppure per Sturridge è andata proprio così. Cresciuto prima nel vivaio del Coventry City e poi in quello del Manchester City, dove inizia ad impressionare per talento e capacità tecniche. Il calciatore però non rinnova il contratto con i Citizens e ben presto passa al Chelsea, dove inizia la sua sorprendente, non sempre in positivo, carriera.

Chi è Daniel Sturridge

Daniel Sturridge, originario di Birminghan, dove è nato il primo settembre del 1989, inizia la propria carriera nelle file delle giovanili della locale squadra dell’Aston Villa, da cui si separa nel 2002 per passare a giocare nelle giovanili del Coventry.

Lì si inizia ad intravedere il talento di un attaccante che sembrava poter andare lontano, ma tanti gravi infortuni hanno pesantemente condizionato non solo il suo rendimento, ma la carriera intera.

All’età di 13 anni arriva il suo trasferimento al Manchester City per 300.000 sterline, club che lo mette in mostra fin da giovanissimo. Tra giovanili e prima squadra Sturridge passa ben 6 anni nel club di Manchester, dove gioca dal 2003 al 2009 mostrando un talento che sembra in realtà poco comune.

Il passaggio al Chelsea

Nell’estate del 2009 Daniel Sturridge non rinnova il contratto con il Manchester City ed inizia un’altra avventura di primo livello in Inghilterra, visto che arriva il suo passaggio al Chelsea. Il trasferimento a Londra non fu uno di quelli semplici e risolti in pochi minuti, visto che londinesi e Manchester City non erano concordi a alla fine si andò per vie legali, fu infatti un tribunale a decidere il 14 gennaio 2009 che il Chelsea dovrà rimborsare per la formazione calcistica dell’attaccante 3,5 milioni di sterline, con l’aggiunta di 500.000 £ ogni 10, 20, 30 e 40 presenze in prima squadra. Insomma, le polemiche non mancarono.

Il primo biennio di Sturridge al Chelsea si concluse con 26 presenze ed una rete. Poi, il passaggio in prestito al Bolton dove l’attaccante spicca il volo: nei sei mesi passati in prestito nel club Sturridge realizza otto reti in 12 presenze che lo fanno tornare di diritto al Chelsea.

L’avventura con l’Inghilterra

Dal 2001 al 2017 Sturridge entra a far parte del giro della Nazionale inglese e prende parte sia al Mondiale 2014 che ad Euro 2016, dove decise una partita contro il Galles:

Sono molto felice di aver segnato il gol decisivo, è un’emozione incredibile. E’ bellissimo. I nostri tifosi sono la nostra arma in più, l’atmosfera è incredibile

Il Liverpol e il declino

Nel 2013 Daniel Sturridge, dopo un nuovo biennio al Chelsea da 12 gol in 37 presenze, inizia un’altra grande avventura, che resterà certamente la più importante. L’attaccante passa al Liverpool, club nel quale giocherà dal 2013 al 2018, per poi tornare nella stagione 2018-19 dopo una triste annata al West Bromwich. Dal 2019 inizia il declino, con l’annata al Trabzonspor in Turchia e poi la scelta di vita di andare a giocare in Australia al Perth Glory. Nel 2019 Sturridge ha anche subito una squalifica dalla FIFA per essere entrato in un giro di scommesse riguardante un suo trasferimento. Il 1° ottobre 2021 si trasferisce in Australia con i Perth Glory.

Leggi anche: Chi è Bernd Leno: tutto sul portiere puntato dall’Inter

Scritto da Vincenzo Pennisi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Luca Pairetto, il figlio d’arte promosso dall’Aia

Chi è Alessandro Florenzi, carriera del Campione d’Europa

Leggi anche
Contents.media