La festa di compleanno di Ibrahimovic, tra brindisi e Ferrari

Dopo la vittoria contro l'Atalanta, compagni e dirigenti hanno raggiunto Milano per festeggiare il compleanno del numero 11 rossonero.

Mentre gli undici di Stefano Pioli facevano a pezzi l’Atalanta al Gewiss Stadium di Bergamo, Helena Seger – la compagna del numero 11 del Milan – stava finendo di allestire gli ultimi preparativi per la festa di compleanno a sorpresa in onore dei quarant’anni di suo marito.

Ibrahimovic, che festa per i 40!

Mentre Leao e compagni si dirigevano soddisfatti negli spogliatoi, un importante albergo del centro di Milano – l’Hyatt Centric Hotel – colorava le suoi finestre di luci azzurre e rosse. L’obiettivo? Far apparire sulla facciata del proprio edificio un enorme numero 40. Quaranta, certo, come i ladroni. Ma quaranta, soprattutto, come gli anni compiuti da un uomo che nel corso della propria lunga carriera si è tolto ben più di una soddisfazione.

Si tratta nientemeno che di Zlatan Ibrahimovic, uno dei più grandi calciatori della storia del calcio, nonché uno dei personaggi più carismatici e dinamici che la scena calcistica italiana abbia mai conosciuto.

La festa di compleanno, organizzata dalla sua compagna Helena, ha così preso il via poco dopo le undici di sera. Intorno all’hotel, un ventina di avventori. Le feste di Zlatan, del resto, suscitano l’interesse anche di coloro che non possono prendervi parte.

Nelle stanze di quell’albergo, infatti, non stava certamente compiendo gli anni una persona qualsiasi. Così come, di una certa popolarità, anche gli invitati al party.

View this post on Instagram

Un post condiviso da Top Sport (@top_sport.rs)

Gli invitati alla festa

A brindare alla salute e all’eterna giovinezza del Dorian Gray del calcio, per l’occasione, più di una cinquantina di personaggi illustri. Tra i primi a raggiungere il centro di Milano – manco a dirlo – Theo Hernandez, Maignan e Stefano Pioli, alcuni tra i più cari amici di Zlatan in quel di Milanello. A ruota libera, hanno fatto il loro ingresso anche la maggior parte degli altri compagni, oltre, ovviamente, al dirigente sportivo della società meneghina nonché autentico fautore dell’incredibile ripresa rossonera, nientemeno che Paolo Maldini.

Con grande stupore di Ibra, a raggiungerlo per celebrare il suo compleanno non sono stati solo i suoi attuali compagni di squadra. Spiccano, in questo senso, le presenze di Gigio Donnarumma, di Antonio Cassano (suo compagno ai tempi della prima storia d’amore tra Zlatan e il Milan), di Marco Verratti e Salvatore Sirigu (suoi compagni al PSG), nonché quelle di Gennaro Gattuso e Paul Pogba. A passare per un breve saluto, inoltre, anche Mino Raiola, Adriano Galliani e Moggi.

Ibrahimovic, il regalo di Zlatan

Come dimostra un post sul suo profilo Instagram, in occasione del suo quarantesimo compleanno, Ibrahimovic ha deciso di farsi un regalo. E non un regalo qualsiasi. Si tratta, nello specifico, di una Ferrari SF90 tutta d’oro. Uno scherzetto da varie centinaia di migliaia di euro. Una spesa che il proprietario di un isola, ad ogni modo, può ampiamente permettersi. A Milanello, del resto, dovrà pure andarci in qualche modo, no?

View this post on Instagram

Un post condiviso da Zlatan Ibrahimović (@iamzlatanibrahimovic)

Nel frattempo, quel che è certo, è che il suo Milan sta andando forte. Anzi, fortissimo. La prestazione di Bergamo, da questo punto di vista, completa un ciclo durato circa due anni. Nel dicembre del 2019 – con Pioli allenatore da nemmeno due mesi – i rossoneri vennero sconfitti per 5-0 proprio al Gewiss Stadium. Oggi, circa due anni dopo e con un Ibra in più, Rebic e compagni hanno dimostrato a tutti il proprio valore. Atalanta a meno otto in classifica e tanti saluti.

Scritto da Andrea Crenna
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Moser: “E’ una vittoria che vale più di un Mondiale”

Nations League, Italia-Spagna: dove vederla in tv e le probabili formazioni

Leggi anche
Contents.media