Qualificazioni Mondiali: cosa succede se l’Italia arriva seconda

Nonostante gli azzurri abbiano una miglior differenza reti rispetto alla Svizzera, non è da escludere l'eventualità che possano arrivare secondi.

Questa sera – lunedì 15 novembre – gli azzurri di Roberto Mancini, campioni d’Europa e protagonisti di una strabiliante striscia di risultati utili consecutivi (interrotta dalla Spagna in Uefa Nations League), faranno di tutto per evitare un epilogo simile a quello del 2017, quando in una fredda notte di Novembre la Svezia riuscì a guadagnarsi, proprio a scapito dell’Italia, il pass per i Mondiali in Russia del 2018.

Cosa succede se l’Italia arriva seconda

La situazione, per quanto concerne il Gruppo C (quello dell’Italia), è tutt’altro che definita, con azzurri ed elvetici appaiati in testa alla classifica a quota 15 punti, frutto di quattro vittorie, tre pareggi e zero sconfitte.

Decisiva, qualora le cose dovessero rimanere inalterate, la differenza reti, la quale, almeno fino alle 20:45 di questa sera, sorriderà a Donnarumma e compagni. Forti di 13 gol segnati e di sole 2 reti subite, gli azzurri possono infatti vantare uno score superiore a quello della Svizzera (+11 vs +9).

La sfida contro l’Irlanda del Nord di questa sera, a tal riguardo, sarà decisiva tanto quanto l’incontro che vedrà opporsi Svizzera e Bulgaria. Gli azzurri – questo è vero – partono leggermente favoriti in virtù della miglior differenza reti (+2), ciò non toglie, a ogni modo, che una goleada degli elvetici possa ribaltare le gerarchie in un batter d’occhio.

L’imperativo, pertanto, è quello di vincere, e di cercare di farlo con il più ampio divario di gol possibile.

Cosa serve per arrivare primi

Immobile e compagni, se non vogliono rischiare di finire ai playoff per la seconda volta nello spazio di 4 anni, dovranno cercare di vincere segnando la maggior quantità di reti possibile. Questo, tuttavia, non è l’unico modo a disposizione degli azzurri per qualificarsi ai prossimi Campionati Mondiali di Calcio che si terranno in Qatar nei mesi invernali del 2022. Ecco tutti scenari possibili.

  • L’Italia batte l’Irlanda del Nord e la Svizzera non vince contro la Bulgaria
  • Italia e Svizzera vincono entrambe le rispettiva partite, ma la differenza reti rimane a favore degli azzurri.
  • L’Italia pareggia e la Svizzera non vince.
  • Italia e Svizzera perdono entrambe le rispettive partite, ma la differenza reti rimane a favore degli azzurri.

Come funzionano i playoff

Qualora gli azzurri non dovessero riuscire nell’impresa di chiudere il Girone C al primo posto, guadagnando perciò l’accesso diretto ai prossimi Mondiali in Qatar, si profilerà all’orizzonte lo spauracchio playoff. A partire da questa edizione delle Qualificazioni Mondiali, i playoff hanno assunto un format innovativo, in completa controtendenza con le modalità che li hanno sempre caratterizzati (duplice scontro andata/ritorno).

Oltre alle dieci prime di ogni gruppo, ad andare ai prossimi Campionati Mondiali di Calcio che si terranno in Qatar nei mesi invernali del 2022 saranno infatti le vincitrici di tre “mini tornei”. Questi saranno composti dalle dieci seconde di ogni girone, cui si aggiungeranno le due con il miglior ranking FIFA. Successivamente suddivise in tre gruppi da quattro, le squadre così raggruppate si contenderanno gli ultimi tre, preziosissimi pass per Qatar 2022.

Leggi anche: Roberto Mancini: “Come squadra dobbiamo restare tranquilli”

Scritto da Andrea Crenna
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Irlanda del Nord-Italia: dove vederla in tv e le probabili formazioni

I migliori giochi sportivi online: i consigli

Leggi anche
Contents.media