Chi è Iker Casillas, ex portiere del Real Madrid

Nella bufera per un tweet: la carriera e la storia di Iker Casillas

Nelle ultime ore il suo nome è diventato virale sul web, il motivo per una volta non sono state le sue grandi prestazioni sportive, visto che Iker Casillas si è dovuto ritirare dal calcio giocato il 4 agosto del 2020. A portare l’ex portiere delle Furie Rosse sulla cresta dell’onda (suo malgrado) è stato un post pubblicato sul suo profilo Twitter: “Sono gay, rispettatemi“.

Dopo qualche ora di sbando, Casillas ha ripreso in mano il proprio profilo chiarendo la faccenda: sarebbe stato hackerato e dunque le dichiarazioni sono false.

La carriera di Iker Casillas

Sono però ben altri i motivi per cui il portiere classe 1981 è conosciuto a livello internazionale, vista la sua lunga carriera con la maglia del Real Madrid e della Spagna Casillas è stato uno dei portieri più forti e conosciuti a livello internazionale degli ultimi vent’anni.

Non a caso Casillas è stato nominato ben cinque volte come portiere dell’anno, un primato condiviso con colleghi di un certo calibro come Neur e Buffon. Altro primato importante è l’aver partecipato a cinque campionati d’Europa (primato condiviso con Ronaldo) e quattro campionati del mondo.

Con la maglia delle Furie Rosse infatti Casillas è secondo per presenze ufficiali, dietro solo al vecchio compagno di squadra Sergio Ramos. Con 1119 partite ufficiali giocate, rientra nell’olimpo dei giocatori con più di 1000 partite in carriera, niente male.

16 anni a Madrid con la Prima Squadra, dal 1999 al 2015 lo hanno reso una delle ultime bandiere del calcio, anche perché Iker si è legato ai Blancos dall’età di 9 anni, facendo tutta la trafila all’interno del settore giovanissimo ed esordendo a soli 18 anni. Con il Madrid Casillas vince tutto ciò che si può vincere, attraversa intatto la generazione dei Galacticos, ed ha un’inflessione solo sotto la guida di Mourinho, salvo poi conquistare la “Decima” da protagonista insieme a Carlo Ancelotti nel 2014. Con la maglia della Nazionale i risultati sono ugualmente importanti, anche perché lui attraversa tutto il periodo d’oro della nazionale spagnola, gli anni tra il 2008 ed il 2014 sono stati infatti davvero magici per la Spagna, che è riuscita ad imporsi in tutte le competizioni più importanti e conquistando diversi titoli internazionali tra cui la Coppa del Mondo per la prima volta, e Casillas era proprio il capitano di quella nazionale.

Il palmarés di Casillas

Con il Real Madrid:

  • 5 Liga
  • 4 Supercoppe di Spagna
  • 2 Coppe di Spagna
  • 3 Uefa Champions League
  • 2 Supercoppe Uefa
  • 2 Coppe Intercontinentali
  • 1 Coppa del Mondo per Club

Con il Porto:

  • 2 Primera Liga
  • 1 Supercoppa di Portogallo
  • 1 Coppa di Portogallo

Con la Nazionale:

  • 2 Campionati d’Europa nel 2008 in Austria-Svizzera e nel 2012 in Polonia-Ucraina
  • 1 Mondiale nel 2010 in Sud Africa

La vita privata

Proprio dopo i Mondiali del 2010 Casillas inizia la sua storia con la giornalista sportiva Sara Carbonero, annunciando il loro fidanzamento e baciandola in diretta in televisione. Con la Carbonero il portierone avrà due figli, ma la storia d’amore sembra essere finita nel 2021 con una separazione, non confermata dalla coppia.

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Serie A, chi sono i giocatori più pagati del campionato

Dybala, quanto è grave l’infortunio e i tempi di recupero

Leggi anche
Contentsads.com