Dybala, quanto è grave l’infortunio e i tempi di recupero

Il gol più amaro per la Joja, che segna ed è costretto a uscire dal campo

Nonostante la vittoria 2-1 sul Lecce, proprio con gol di Dybala, sono stati tre punti agrodolci per la Roma guidata da Josè Mourinho. Dopo aver segnato il gol del vantaggio su calcio di rigore (settimo centro stagionale per il numero 21) al terzo minuto del secondo tempo, la Joja si è toccato all’istante il quadricipite anteriore della coscia sinistra, chiedendo il cambio.

In panchina Dybala è stato immortalato scuro in volto, con le lacrime agli occhi per la consapevolezza della possibile gravità dell’infortunio.

Proprio la fragilità del suo fisico è stato uno dei fattori ad allontanarlo dalla Juve, a testimoniarlo le 50 partite saltate con la maglia bianconera.

Alla Roma già un piccolo risentimento lo aveva costretto a saltare la gara con l’Atalanta, ora uno stop che potrebbe durare fino al 2023.

Quando rientra Dybala? Le tempistiche di recupero

Con ogni probabilità l’infortunio di Paulo Dybala non gli permetterà di tornare in campo con la Roma fino al dopo il Mondiale. A confermare la tesi è stato proprio il tecnico portoghese nel post partita di Roma-Lecce: «Dybala sta male.

Probabilmente molto male. Perdiamo un giocatore a partita. Non aveva problemi dopo la partita con il Betis, stava bene. Lui e Pellegrini erano in perfette condizioni. Io non rischio i giocatori in dubbio».

A seconda della lesione riportata, la cui entità sarà nota solo dopo gli esami del 10 ottobre, il classe 1993 starà fuori almeno due settimane, forse un mese o più. In tempo per partecipare al Mondiale in Qatar? Si pensa di si, il tecnico della Nazionale Scaloni lo convocherà se il 21 giallorosso sarà tutto sommato recuperato per quando si dovrà partire. Sarà risolutiva la risonanza magnetica, cui Dybala si sarebbe voluto sottoporre già nella notte dopo la gara, ma che, come spiegatogli dallo staff, sarebbe stata inutile dopo così poco tempo dall’infortunio. Solo qualche settimana prima di questo infortunio, il fantasista argentino si era dovuto tirare indietro dalla trasferta contro l’Atalanta: «Ho voluto saltare una partita per non rischiare di perdere un mese», ha poi spiegato Dybala durante il ritiro con la Nazionale. Proprio a causa di questo suo stato di forma non perfetto, Scaloni ha scelto di non impiegarlo negli contro Honduras e Jamaica. Tornato in Italia però la pioggia di impegni ha subito rivisto impiegato Dybala in 3 partite in sette giorni contro Inter, Betis e Lecce.

Un danno grave questo per l’attaccante della Roma, lo si capisce dalla faccia in panchina e dal suo nervosismo, tanto da scagliare via la pettorina con l’impianto .
gps. Se la probabile lesione al quadricipite sinistro fosse solo di primo grado però lo stop potrebbe limitarsi a due settimane, di più se di secondo grado. Quel che è certo è che Mourinho e compagni dovranno fare a meno degli assist e dei gol del numero 21 nelle prossime, cruciali partite del campionato prima della sosta forzata di novembre e l’inizio dei Mondiali in Qatar.

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Iker Casillas, ex portiere del Real Madrid

Champions League: le classifiche dopo la fine dell’andata dei gironi

Leggi anche
Contentsads.com