Champions League: le combinazioni per la qualificazione del Milan agli ottavi

Per Pioli ora è dura, ma non è ancora detta l'ultima parola. Ecco le combinazioni possibili per il passaggio del Milan agli ottavi.

La sconfitta subita in casa contro il Chelsea (2-0 con un uomo in meno per 80 minuti) fa malissimo al Milan di Pioli e complica non poco il percorso in Champions League, in questo momento in bilico, ma ancora totalmente nelle mani dei giocatori rossoneri.

Con soli quattro punti in quattro partite il Milan è al momento terzo in classifica a pari punti con la Dinamo Zagabria, prossimo avversario del girone, a meno due dal Salisburgo e meno tre dal Chelsea. Ogni combinazione è ancora aperta nel girone visti i sei punti ancora in palio, al Milan il compito di conquistarli tutti per guadagnarsi l’accesso agli ottavi.

Due finali da vincere per continuare il percorso

Il prossimo turno il Milan di Pioli andrà in Croazia ad affrontare la Dinamo Zagabria, sperando nel frattempo che il Chelsea vinca sul Salisburgo.

Se il Milan dovesse ottenere i 3 punti, ed i tedeschi 0, allora i rossoneri li scavalcherebbero in classifica, potendo così anche accontentarsi di un pareggino all’ultima giornata. Sarà dunque vitale ottenere i 3 punti in Croazia, cosa non semplice forse, ma i rossoneri non hanno scelta se vogliono mantenere vive le possibilità di qualificarsi: un pareggio non servirebbe a nulla, mentre una sconfitta potrebbe addirittura mettere un’ipoteca sulla qualificazione.

La situazione peggiore sarebbe probabilmente se il Chelsea perdesse contro il Salisburgo: a quel punto i tedeschi diventerebbero primi nel girone e il Milan sarebbe costretto a batterli all’ultima giornata per qualificarsi.

Certamente i Campioni d’Italia in carica hanno tutte le carte per provare a guadagnarsi questa qualificazione che, sebbene non sia semplice in questo momento, è alla portata. Il Milan non approda agli ottavi ormai da anni, sarebbe di certo una gran cosa riuscirci in questa stagione, per dare una forte conferma sul valore della squadra che in Serie A ha già dimostrato di avere grande valore, ma in Europa sta ancora stentando ad esprimersi nella maniera migliore. Giroud e compagni ce la possono fare, ma servirà la rabbia e la coesione vista fin qui in campionato. Mancano fino ad ora in Europa i gol e gli assist di Leao, che nonostante si stia avvicinando sempre più a delle prestazioni da top player assoluto, non è ancora riuscito a dare la giusta continuità anche in Coppa. Emblema di quanto possa ancora crescere in questa competizione il Milan, è il fatto che per ora il migliore marcatore della squadra sia Alexis Saelemaekers con due gol, questo la dice lunga su quanto la vena realizzativa rossonera si al momento abbastanza chiusa, ma nelle prossime gare ci sono tutti i presupposti per fare molto bene. Le gare di campionato contro Hellas Verona e Monza sono facili sulla carta, ma ottenere i tre punti potrebbe essere più complicato del previsto, quel che è certo è che bisognerà dosare bene le energie per arrivare carichi alla gara del 25 a Zagabria.

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il Verona esonera Cioffi: chi è il possibile sostituto?

Serie A, 10 giornata: partite, formazioni, quando e dove vederla

Leggi anche
Contentsads.com