Danilo D’Ambrosio: lo stipendio del difensore dell’Inter

Quanto guadagna D'Ambrosio all'Inter: le richieste del giocatore per il prolungamento del contratto

Da tempo sulla lista dei rinnovi da concordare, Danilo D’Ambrosio è da anni uno dei giocatori più amati dalla tifoseria neroazzurra. Una delle maggiori qualità riconosciute al difensore è l’attaccamento alla maglia dimostrato negli anni: sempre a disposizione e concentrato il giocatore campano veste la maglia neroazzurra dal 2014, ed è anche grazie a lui se la squadra è tornata in questi anni ai vertici del calcio italiano ed europeo.

In scadenza a giugno 2023, il rinnovo di D’Ambrosio è in fase di trattativa da diverso tempo, ma le parti non sono dello stesso avviso riguardo alcuni punti del contratto.

Lo stipendio di Danilo D’Ambrosio all’Inter

Danilo D’Ambrosio all’Inter guadagna in questo momento 2 milioni netti all’anno.

Il difensore è in neroazzurro dal 2014, ed ha rinnovato diverse volte il proprio contratto dopo il 2018 (fine del primo contratto). Di stagione in stagione il classe 1988 ha sempre dimostrato la sua affidabilità come difensore centrale o esterno, di fatto un tuttofare della difesa che ha saputo sia essere protagonista che una buona seconda scelta a seconda delle esigenze.

L’ultimo rinnovo del contratto di Danilo D’Ambrosio è stato nel 2021, in pieno periodo covid. Pur di venire incontro alle esigenze di bilancio della società Danilo D’Ambrosio si è leggermente ridotto lo stipendio: dai 2,2 milioni di euro precedente ai 2 milioni attuali.

Il nuovo contratto di Danilo D’Ambrosio: le richieste del giocatore

Stando alle ultime notizie, il rinnovo del contratto tra l’Inter e D’Ambrosio è possibile, ma non da dare per scontato. Tra società e giocatore infatti c‘è distanza sulla durata del contratto: il giocatore vorrebbe firmare per altri due anni, fino al 2025, mentre la dirigenza neroazzurra non sarebbe disposta ad andare oltre il 2024.

La stima tra club e giocatore rimane immutata viste anche le buone prestazioni di questa stagione. Nonostante le molte panchine il giocatore si è sempre fatto trovare pronto, è quindi possibile che dialogando ulteriormente si riesca a trovare un accordo che soddisfi entrambe le parti in causa.

Non bisogna però dimenticare che Danilo D’Ambrosio ha diverse pretendenti in Serie A, che potrebbero offrirgli un ruolo di primo piano all’interno della rosa e magari un ingaggio ugualmente remunerativo, la dirigenza neroazzurra dovrà quindi stare attenta a non tergiversare troppo rischiando di perdere a zero il giocatore.

La carriera di Danilo D’Ambrosio

Danilo D’Ambrosio, nato nel 1988 a Caivano, è quel tipo di difensore duttile in grado di giocare sia come laterale (su entrambe le fasce) che come centrale nella difesa a 3. In carriera ha spesso e volentieri trovato la via del gol: il colpo di testa è la specialità della casa.

Cresciuto nei settori giovanili di Salernitana e Fiorentina, D’Ambrosio ha la prima esperienza in una prima squadre con la maglia del Potenza in Serie C. La stagione successiva a mettere gli occhi su di lui la Juve Stabia, con cui disputa una buona stagione tra 2008 e 2009, ma senza riuscire ad evitare la retrocessione.

Nel 2010 il Torino decide di acquistare il giocatore in comproprietà. Da subito si impone come protagonista della squadra granata, che dopo la prima stagione ne acquisisce per intero le prestazioni sportive. Nel 2012 è tra i protagonisti della risalita in Serie A del Torino.

A gennaio 2014 Danilo D’Ambrosio viene acquistato dall’Inter.

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calhanoglu: lo stipendio del centrocampista dell’Inter

Chi è Martina Navratilova, l’ex tennista che ha sconfitto il tumore

Contentsads.com