Chi è Ballo Touré: il difensore del Milan che può diventare una pedina del mercato

Con estimatori in Ligue 1, Ballo Touré è sulla porta: ecco i possibili sostituti

Era sembrato molto carico Ballo Touré nel pre partita di Napoli-Milan, e per una buona ragione visto il 4-0 rifilato ai padroni di casa. Dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per un mesetto, ora il difensore senegalese può diventare una pedina importante per far rifiatare i compagni più stanchi.

Per il 26enne francese, diversi estimatori in Ligue 1, e perciò il suo addio a fine stagione non è così improbabile.

Queste le parole di Ballo Touré nel pre partite di Napoli-Milan: “Si comincia da stasera, con l’obiettivo di vincere.

Siamo fiduciosi, vedremo partita dopo partita. Penso che se si vince ogni weekend, la fiducia poi aumenta”.

L’infortunio di Ballo Touré

Già durante i Mondiali in Qatar Ballo Touré era stato parecchio sfortunato: un problema muscolare lo ha costretto a saltare due delle quattro sfide della competizione. Il finale di 2022 però non aveva ancora finito con lui: durante un’amichevole contro il PSV il senegalese ha rimediato un trauma contusivo alla spalla destra. Costretto all’operazione chirurgica, il difensore rossonero è stato costretto ai box fino alla fine di febbraio.

Lo scarso impiego di Ballo Touré con il Milan e le voci di mercato

Sembrava potesse essere un altro gran colpo a poco prezzo da parte del Milan, che probabilmente riuscirà comunque a fare una plusvalenza. Il rendimento di Ballo Touré non soddisfa appieno né Pioli né Maldini e Massara, e di conseguenza il terzino sinistro classe 1997 con tutta probabilità partirà a giugno per tornare in Ligue 1.

Il gol nella trasferta di Empoli segnato l’anno scorso non può essere abbastanza: le sole 14 apparizioni in due stagioni sanno decisamente di bocciatura per il difensore classe ’97.

All’interno del campionato francese, dove è già conosciuto grazie alle stagioni in forza al Monaco e al Lille, ha degli estimatori che potrebbero scucire fino a 10 milioni di euro per le prestazioni del giocatore. Di conseguenza la dirigenza rossonera dovrà pensare ad un altro giocatore come vice Theo Hernandez.

Chi sarà il vice di Theo a sinistra? Le idee di mercato del Milan

Per il post Touré il compito di Maldini e Massara sarà quello di cercare un giovane, preferibilmente italiano da quanto traspare, che possa essere un sostituto all’altezza di Theo Hernandez e magari crescere pian piano all’interno della società seguendo l’esempio del devastante terzino francese.

Sulla lista dei desiderabili due delle più belle sorprese di questa Serie A: Emanuele Valeri esterno classe 1998 in forza alla Cremonese, e Parisi, terzino dell’Empoli. Se la cifra richiesta per il difensore empolese sembra essere decisamente troppo alta per il budget rossonero: circa 12-13 milioni di euro.

Per portarsi a casa le prestazioni di Valeri l’esborso potrebbe essere decisamente inferiore sebbene la differenza tra i due giocatori non sia poi così sostanziale.

Questa la loro stagione fino ad ora:
Emanuele Valeri: 26 partite giocate, 2 gol e 2 assist (anni 24).

Fabiano Parisi: 24 partite 2 gol (anni 22)

Un fattore in più che potrebbe far diventare Valeri rossonero è la scadenza del suo contratto prevista per giugno 2024: probabile dunque che il club grigiorosso piuttosto che rischiare di perderlo a 0 accetti un’offerta quest’estate.

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il pallone di Napoli-Milan all’asta: perché?

Il Napoli può davvero vincere la Champions? Il crollo delle quote dice di sì

Contentsads.com