Dove vedere Inter-Juve: mercoledì il ritorno di Coppa Italia in tv e streaming gratis

Lukaku graziato da Gravina: dove vedere il ritorno della semifinale di Coppa Italia tra Inter e Juve in tv e streaming

Sarà l’ultimo atto dei confronti stagionali tra Inter e Juve: mercoledì 26 aprile a San Siro si giocherà il ritorno della semifinale di Coppa Italia. L’andata a Torino è terminata 1-1: vantaggio bianconero con il gol di Cuadrado cui rispose Lukaku su rigore nel finale, con le successive polemiche per i cori razzisti e l’esultanza con il dito sulle labbra del giocatore.

Grazie all’intervento straordinario del presidente della FIGC Gravina, la squalifica di Lukaku è stata annullata, così come quella per la curva bianconera. Per entrambe le squadre la Coppa Italia rappresenta un obiettivo alla portata per mettere un trofeo in bacheca, tutte e due sono arrivate in semifinale anche in Champions ed Europa League, ma vincere una coppa europea appare decisamente più complicato.

Dove vedere Inter-Juve in tv e streaming

Il ritorno della semifinale di Coppa Italia tra Inter e Juve si disputerà mercoledì 26 alle ore 21.00. Cornice dello spettacolo sarà lo stadio Giuseppe Meazza, ancora una volta addobbato a festa per una partita importane, ci si aspetta grandi coreografie e l’ormai solito sold out dello stadio.

La partita, come tutte quelle di Coppa Italia, sarà visibile in chiaro in tv su Canale 5. Per chi invece volesse seguire il ritorno dei quarti di finale in streaming, sarà possibile guardare la diretta gratuita tramite la piattaforma di Mediaset Infinity.

Cosa è successo all’andata

Il Derby d’Italia in un modo o nell’altro fa se sempre rumore, che a prendersi la scena sia qualcosa successo fuori o dentro il campo. In occasione dell’andata di Torino, una partita certo non bellissima è terminata in un clima di tensione e poi di rissa vera e propria.

Ad accendere la miccia il gesto di Lukaku ai tifosi bianconeri, rei di averlo riempito di insulti razzisti da quando entrato in campo. La reazione dei giocatori juventini non si è fatta attendere e via con il tutti contro tutti, annessa la mezza rissa poi sedata tra Handanovic e Cuadrado.

Perché è stata annullata la squalifica di Lukaku

Chi rischiava di smenarci più di tutti alla fine, era proprio Romelu Lukaku, che agli insulti razzisti ha risposto con il gesto del silenzio. Il ricorso fatto dall’Inter alla Corte Sportiva d’Appello per annullare la squalifica per doppia ammonizione presa dal calciatore non è andata a buon fine, destando lo stupore di molti.

Alla fine però è intervenuto direttamente Gravina, che “in via eccezionale e straordinaria” ha graziato l’attaccante con la spiegazione che “Il principio della lotta ad ogni forma di razzismo è elemento fondante dell’ordinamento sportivo”.

Questo il comunicato completo della federcalcio

Il Presidente Federale

-visto il C.U. n. 182 del Giudice Sportivo della Lega di Serie A del 6 aprile 2023 con cui è stata inflitta la squalifica di una giornata effettiva di gara al calciatore LUKAKU BOLINGOLI ROMELU (Internazionale FC) in seguito alla espulsione per doppia ammonizione occorsa nell’incontro Juventus-Inter di Coppa Italia;

-visto il dispositivo della Corte Sportiva di Appello di cui alla C.U. n. 211/CSA del 21.04.2023 con cui è stata confermata la sanzione inflitta dal Giudice Sportivo in seguito al provvedimento di espulsione;

-considerato che è emerso in maniera inequivocabile dalla relazione della Procura Federale che il suddetto calciatore è stato fatto oggetto, in più occasioni, di gravi, ripetute e deprecabili manifestazioni di odio e discriminazione razziale tali da poter giustificare comportamenti formalmente non regolamentari e come tali valutati dal direttore di gara;

-ritenuto che il principio della lotta ad ogni forma di razzismo costituisce uno dei principi fondanti dell’ordinamento sportivo, nella sua dimensione internazionale e nazionale;

-ritenuto pertanto, alla stregua della applicabilità in via generale a tutte le fattispecie sanzionatorie dell’art. 43 del Codice di Giustizia Sportiva, che sussistono gravi ragioni per concedere in via eccezionale e straordinaria la grazia in relazione alla squalifica inflitta per il provvedimento di espulsione conseguente alla seconda ammonizione concede la grazia in relazione alla squalifica irrogata dagli organi di Giustizia Sportiva al calciatore Romelu Lukaku

Scritto da Gabriele Vecchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Juve, l’ombra dell’articolo 4 sulle Coppe europee: cosa sappiamo sulla possibilità di patteggiamento

Chi è Benjamin Pavard e cosa ci faceva nello spogliatoio del Milan

Contentsads.com