Epic Games, transazioni bloccate in tutta la Russia

Ora che anche Epic Games si è schierata staremo a vedere quale altra azienda, del mondo videoludico e non, prenderà una posizione nei confronti di questo conflitto.

Dopo qualche tempo anche Epic Games, casa del famoso Battle Royale “Fortnite” è intervenuta a favore dell’Ucraina. Difatti l’azienda statunitense durante la giornata di Sabato 5 Marzo si è espressa tramite un Tweet sul proprio account ufficiale.

Il Tweet ufficiale

Il Tweet è stato molto breve ma molto chiaro nelle intenzioni.

Epic ha deciso di interrompere i rapporti commerciali con la Russia dei nostri giochi in risposta alla sua invasione verso l’Ucraina. Non bloccheremo l’accesso per lo stesso motivo per cui gli altri strumenti di comunicazione rimangono online: il mondo libero dovrebbe mantenere aperti tutti i canali di dialogo

L’azienda ha così deciso di schierarsi contro l’economia russa. Azione che va a minare il mercato videoludico del paese, dal momento in cui, come ben sappiamo Fortnite è uno dei titoli di punta dell’azienda Statunitense, che, come in tutto il mondo, possiede un mercato ricchissimo basato sulle vendite in-game.

Milioni di giocatori in tutto il mondo acquistano oggetti dal mondo di Fortnite, e la Russia è stata nel tempo sicuramente tra i paesi principali.

Perché bloccare “solo” le vendite?

Ovviamente nelle ultime settimane molti videogiocatori e non si sono chiesti il perché del bloccare solamente le vendite e non il gioco in sé, e di conseguenza i videogiocatori.

La risposta poggia tutta sull’economia del paese che si vuole “danneggiare”, mettere alle strette i videogiocatori sarebbe servito a “poco”, mentre bloccare le vendite pone il paese in difficoltà dal punto di vista finanziario, non dimentichiamo che Epic Games possiede uno store di videogiochi online che si pone tra i principali al mondo. Quindi bloccare la vendita di skin, bundle, pass, e soprattutto giochi da parte dell’azienda pone Epic Games in grado di dare un piccolo, ma allo stesso tempo importante, colpo all’economia russa che potrebbe rivelarsi a lungo andare fondamentale.

Ora che anche Epic Games si è schierata staremo a vedere quale altra azienda, del mondo videoludico e non, prenderà una posizione nei confronti di questo conflitto.

Scritto da 2watch
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chi è Lorenzo Casini, il nuovo presidente della Lega Serie A

Snoop Dogg neil FaZe Clan, è ufficiale!

Leggi anche
Contents.media