GUCCI entra nel mondo del gaming con la Gucci gaming Academy

L'organizzatore e piattaforma di tornei esport FACEIT ha annunciato una partnership con il marchio di lusso di Gucci. Andiamo a scoprire insieme di cosa si stratta.

L’organizzatore e piattaforma di tornei esport FACEIT ha annunciato una partnership con il marchio di lusso di Gucci. Andiamo a scoprire insieme di cosa si stratta.

La nascita di un importante progetto

La Gucci Gaming Academy è un programma di sviluppo progettato per migliorare le competenze attraverso sessioni di coaching dedicate e attività di lavoro di squadra.

L’accademia si concentrerà anche sulla crescente quantità di problemi mentali e fisici derivanti dalla pressione delle prestazioni di gioco e dal controllo online. Come parte del programma, Gucci e FACEIT lavoreranno anche con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

La sinergia con quest’ultima nasce dall’idea di trovare modi per supportare tutti i giocatori coinvolti nel migliorare il loro gameplay dando priorità alla salute e alla sicurezza. Ciò includerà la salute mentale e fisica e la lotta alla disinformazione online, tra gli altri argomenti.

Non solo competenze in game

La Gucci Gaming Academy prenderà il via con quattro giocatori CS: GO che stanno già gareggiando nella FACEIT Pro League (FPL), con l’intenzione di aggiungere più membri nel tempo. La selezione dei candidati non si baserà solo sulle prestazioni in-game ma anche su interviste per valutare i valori personali e le soft skill dei giocatori.

I giocatori faranno parte dell’Academy per un massimo di un anno o fino a quando non verranno ingaggiati per una squadra.

Le parole dei protagonisti

“Gucci è in prima linea nell’incursione dell’industria del lusso nel mondo dei gaming. Parte della nostra mission è quella di costruire relazioni significative con le comunità in un modo genuinamente autentico. Ha commentato Nicolas Oudinot, EVP di New Business e CEO di Gucci VAULT. “Ci dedichiamo a supportare le nuove generazioni di giocatori per aiutare a gestire le sfide che potrebbero dover affrontare a seguito della partecipazione agli eSport”.

Michele Attisani, co-fondatore e CBO di FACEIT, ha aggiunto: “L’Academy offrirà un chiaro percorso verso la struttura pro che collega i punti tra la FACEIT Pro League, l’istruzione e il benessere. Le esigenze fisiche e mentali per i giocatori che cercano di competere a livello professionale sono elevate.

Scritto da 2watch
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Musica e gaming: quali sono le 10 canzoni dei videogiochi più ascoltate su Spotify

La nuova maglia dell’Italia 2022 targata Puma

Leggi anche
Contentsads.com