I migliori pantaloncini da running: quali scegliere?

Ecco le caratteristiche che non devono mancare ai migliori pantaloncini da running.

Il corpo di un atleta, durante la corsa, necessita di avere la massima capacità di movimento possibile ed il massimo comfort. È questa una delle ragioni per cui molti runner, non soltanto in estate, preferiscono gli shorts ai tradizionali pantaloni da corsa.

La varietà di modelli di pantaloncini adatti a svolgere attività fisica, tuttavia, è molto ampia.

I migliori pantaloncini da running

I pantaloncini da running, siano essi per uomo o per donna, devono avere delle caratteristiche di base. Una di questa è la traspirabilità.

Poiché prevalentemente vengono utilizzati nelle stagioni calde, infatti, devono fare sì che le gambe restino asciutte anche dopo avere prodotto una grande quantità di sudore. Ciò è possibile tramite tessuti tecnici anti-umidità e dettagli perforati. Molti di essi, adatti soprattutto a coloro che corrono nelle ore più soleggiate, sono protettivi ai raggi UV.

Un’altro fattore indispensabile riguarda le cuciture. Esse devono essere il minor numero possibile e situate in posizioni strategiche. L’obiettivo, infatti, è quello di evitare irritazioni o abrasioni dovute all’attrito con la pelle.

I diversi modelli

I pantaloncini da running si distinguono sostanzialmente in base alla lunghezza. Essi possono essere corti, a tre quarti oppure lunghi. Solitamente i modelli da donna sono più corti e aderenti rispetto a quelli da uomo. La varietà in commecio risponde ad ogni genere di esigenza.

Anche rispetto al tessuto in sé possono esserci delle differenze. I pantaloncini da running, infatti, possono essere ad esempio ultraleggeri, per le corse ad alte temperature, oppure impermeabili e idrorepellenti, per asciugarsi in fretta. Allo stesso tempo esistono anche tessuti stretch, ovvero più elasticizzati dei tradizionali. 

I pantaloncini a compressione

I pantaloncini da corsa a compressione meritano una nozione a sé. Molti atleti, infatti, rivelano che essi hanno la capacità di migliorare le loro prestazioni. Il vantaggio dato da questo capo di abbigliamento sta nel fatto che danno maggiore sostegno ai muscoli e, dunque, riducono il senso di stanchezza anche a fronte di attività fisiche ad alto ritmo. 

Per la loro aderenza molto spesso possono sembrare un po’ anti-estetici. Per questa ragione in tanti scelgono i pantaloncini 2 in 1. Essi hanno nella parte interna il modello a compressione, mentre al di sopra di essi, a copertura, hanno un tradizionale shorts più o meno corto.

Scritto da Chiara Ferrara
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il calendario dell’avvento di fitness: ogni giorno un esercizio diverso

Esercizi per rafforzare il sistema immunitario

Leggi anche