Sopraspinato della spalla infiammato: cosa fare al riguardo

Quali sono i rimedi e come prevenire l'infiammazione del sopraspinato della spalla, uno degli infortuni più subdoli per quel tipo di muscolo.

La sindrome da impingement subacromiale è un’infiammazione che interessa la cuffia dei rotatori, cioè l’insieme dei quattro muscoli che permettono la rotazione della spalla: sopraspinato, sottoscapolare, piccolo rotondo e grande rotondo. Tra i numerosi infortuni che possono coinvolgere la spalla, avere il sopraspinato infiammato può essere una grande seccatura.

Sopraspinato della spalla infiammato: prevenzione e rimedi

L’infiammazione del sopraspinato può essere causata da diversi motivi, di cui il principale è il seguente. Sforzare molto la zona interessata in palestra, o a casa, per poi non lasciarle un adeguato riposo, anzi sforzandola di nuovo a breve distanza di tempo. In tal caso, lo spazio subacromiale viene compresso ripetutamente e si sviluppa così un dolore cronico.

Per prevenire questo tipo di infortunio, il consiglio più efficace è quello di abbandonare, mentre ci si allena, i classici esercizi di alzata laterale e di sollevamento della fila verticale fino al mento.

Ad essi si possono sostituire sia movimenti di press e pull intensi, sia diagonali push-press e carrucola. Sono infatti dei buoni sinergizzanti per la spalla.

Altri esercizi da evitare in caso di dolore e infiammazione sono l’allungamento del pettorale con una rotazione esterna, la flessione della spalla, i pull-over, le trazioni, i kipping e i push-up.

Inoltre, è molto importante tenersi informati sugli studi più recenti poiché, se sono stati pubblicati, un motivo ci dovrà pur essere.

Dunque, informarsi, fare attenzione ai dolori, non sforzare troppo il muscolo ed eseguire degli esercizi sinergizzanti per evitare di avere il sopraspinato infiammato.

LEGGI ANCHE: Come allenarsi a casa senza attrezzi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La storia di Joan Mir: dalla Moto3 a campione del mondo MotoGp 2020

Yoga flow: cos’è e tutto quello che c’è da sapere

Leggi anche
Contents.media