Valentino Rossi: “So che il tempo l’avrà vinta”

"Provo a rendergliela il più difficile possibile, ecco perchè corro ancora".

Raggiunto dalla Gazzetta dello Sport, Valentino Rossi ha risposto a chi gli rimprovera di non essersi ritirato nel suo momento migliore: “A me piace l’adrenalina che mi dà vincere, andare sul podio o solo fare una bella gara. Sto bene per qualche giorno.

Mi piace quella sensazione lì. So benissimo che alla fine il tempo l’avrà vinta, purtroppo per tutti è così, ma provo con tutte le mie forze a rendergliela il più difficile possibile, ecco. E questo è il solo motivo per cui ancora corro”.

La carriera del Dottore è costellata di numerose tappe importanti: “Il 2001, perché era l’ultimo Mondiale della 500 e quindi l’ultima possibilità di farcela: una battaglia all’ultimo sangue con Biaggi, stupenda.

Poi il 2004, con la vittoria all’esordio a Welkom con la Yamaha. Sportivamente la più bella. E il 2008: per molti ero già finito, vecchio. Invece passando alle Bridgestone ho battuto Stoner. Se potessi cambiare un giorno della mia vita, sarebbe Valencia 2006. Lì ho buttato via un Mondiale che avrei potuto vincere e sarebbero stati 10 comunque, anche dopo il furto del 2015″.

Una volta ritiratosi, potrebbe essere il fratello Luca Marini a raccoglierne la pesante eredità: “Finita la gara di Portimato eravamo disperati tutti e due perché siamo andati piano.

Ci piacerebbe lottare assieme, come domenica in Portogallo, ma per posizioni importanti” ha concluso Valentino Rossi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Milan: Kessie tende la mano per il rinnovo

Bruninho torna nella ‘sua’ Modena

Leggi anche
Contents.media