Ferrari, Leclerc: “Migliorati dal 2020, ma la strada è lunga”

Il pilota monegasco inquadra il presente e il futuro del Cavallino, ma si sofferma anche su Vettel e Sainz.

Nel mezzo del fine settimana del Gran Premio di Spagna, Charles Leclerc torna a parlare di passato, presente e futuro facendo il quadro sulla sua esperienza in Ferrari. E, in un’intervista per l’emittente tedesca ‘RTL’, racconta le sue sensazioni sulla lenta ma effettiva rincorsa che il Cavallino ha avviato in questo 2021.

“Rispetto a un anno fa siamo già migliorati, ma dobbiamo compiere ancora parecchia strada se vogliamo arrivare dove saremmo essere. E cioè al vertice. Tuttavia se facciamo un raffronto con il 2020, queste prime tre gare sono andate bene”, ha osservato Leclerc.

I problemi della Ferrari, tuttavia, sono lontani dall’essere risolti. “Avere ancora problemi nel lottare per podi e vittorie è doloroso. Per quest’anno non assisteremo a miracoli, ma il 2022 rappresenterà una buona opportunità per tutti.

Siamo concentrati sulla prossima stagione, è la nostra priorità assoluta”, ha ammesso Leclerc.

Non mancano alcuni riferimenti ai compagni di squadra, sia del passato (Vettel) che del presente (Sainz): “Non ho un’idea precisa su ciò che è andato storto a Sebastian l’anno scorso. Spero, però, che questa per lui possa essere una buona stagione. Con Carlos abbiamo trascorso molto tempo insieme a Maranello prima che iniziasse la stagione. Ci spingiamo a vicenda, e stiamo provando a spingere nella giusta direzione tutto il team.

Condividiamo molte informazioni e il lavoro di squadra è stato per ora molto costruttivo. Ma tra noi c’è comunque competizione, perché tutti i piloti vogliono vincere”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Superlega, comunicato Uefa: sollievo Inter e Milan, trema la Juve

Juric si avvicina alla Fiorentina: “Il mio lavoro è sottovalutato”

Leggi anche
Contents.media